Home Imprese Sostenibili Carloforte, isola sarda smart & grid

Carloforte, isola sarda smart & grid

città: - pubblicato il: - ultima modifica: 26 Aprile 2012

Comportamenti ecosostenibili e tecnologie gratuite a supporto degli abitanti del comune sardo: la tecnologia arriva anche in paradiso

Un paradiso nel paradiso. Così può essere definito Carloforte, unico centro abitato dell’isola San Pietro, in provincia di Carbonia-Iglesias, che ha intenzione di correre per diventare il primo Comune a “zero emissioni” dell’intero Mediterraneo.

Il Progetto pilota si sviluppa intorno a un piano energetico scaturito da un protocollo d’intesa stipulato nel novembre 2007 tra l’amministrazione comunale, la Regione autonoma della Sardegna e il Ministero dell’ambiente.

Attraverso l’utilizzo di energie rinnovabili, piani di eco-mobilità e di un algoritmo unico sviluppato dai ricercatori del Cirps (Centro Universitario di ricerca per lo sviluppo sostenibile) dell’Università La Sapienza di Roma, in particolare dall’unità di Ricerca Aerel (Applicazioni Energetiche Rinnovabili per gli Enti Locali), ci si è posti l’obiettivo di abbattere le emissioni entro il 2014. Insomma il traguardo è bilanciare consumi e produzione, ovvero domanda e offerta di energia, per portare a zero il costo energetico e l’inquinamento ambientale.

Energia in Rete” (questo il nome dell’algoritmo), diventa così una sorta di “cervellone”, un software capace di monitorare e gestire in tempo reale i consumi e i valori di produzione degli inquinanti; il che significa, per esempio, creare una programmazione di accensione e spegnimento degli apparati che consumano energia (luci, elettrodomestici, condizionatori e così via) non più influenzata dalle scelte e dalle disattenzioni umane, ma basata esclusivamente sulla copertura del bisogno.

Tutto ruota, attorno alle tecnologie Smart Grid, che tramite specifiche sonde monitorano i flussi energetici distribuendoli in maniera più efficiente e senza sprechi. Questi “strumenti” sono costituiti da elaboratori di dati connessi a una rete di sensori distribuiti su tutta l’isola e pertanto in grado di analizzare costantemente gli scambi energetici dell’intero territorio.

Coadiuvano e completano il progetto (replicabile, si spera, in tutta Italia) il parco fotovoltaico sugli edifici pubblici e privati, l’installazione di pannelli solari e impianti microeolici, la mobilità a zero emissioni per i dipendenti comunali, le biciclette elettriche gratuite per gli abitanti, la razionalizzazione dei consumi di acqua, i piani di intervento sul ciclo dei rifiuti oltreché ovviamente, è sempre bene ricordarlo, la volontà e l’impegno di ogni singolo cittadino “Carlofortino”.

Se tutto ciò andrà in porto, il progetto trasformerà l’Isola di San Pietro in “Isola ecologica del Mediterraneo” oltre che in un laboratorio sperimentale nazionale per lo sviluppo sostenibile.

Dati a corredo

  • Carloforte (CI): abitanti 6.420
  • Dott. Adriano Rivano – Assessore con deleghe al Personale, Ambiente, Enti strumentali e Servizi Pubblici
  • Sito comune: www.comune.carloforte.ca.it
Condividi: