Home Imprese Sostenibili Le scuole della provincia di Potenza sono “sostenibili”

Le scuole della provincia di Potenza sono “sostenibili”

città: - pubblicato il: - ultima modifica: 5 Aprile 2018

Sulla base di un investimento pari a 20 milioni si euro è già partito un progetto completo di installazione di tecnologie rinnovabili a tutto tondo. E non solo…

Basilicata, terra di oro nero, ma anche terra di buone pratiche verdi. La Provincia di Potenza si è recentemente aggiudicata il premio di Legambiente e Gse (Gestione Servizi Elettrici) per il progetto “Scuola ecologica in scuola sicura“.
Un riconoscimento importante il cui obiettivo è quello di realizzare una rete di edifici scolastici ecosostenibili con impianti fotovoltaici, eolici, di geotermia e compostaggio in linea con i valori europei di riduzione del 20% di CO2, e aumento del 20% sia dell’efficienza energetica sia di energia prodotta da fonti rinnovabili.
I numeri, di tutto rispetto ci sono e possono essere così brevemente riassunti: 20 milioni i fondi stanziati di cui circa 11 Pois (Piano di Offerta Integrata di Servizi), trentanove gli edifici scolastici sul quale sono stati installati i pannelli fotovoltaici. E ancora, solo per citarne alcuni, quattro gli impianti di compostaggio, sei gli impianti di trattamento per biomasse, tre i sistemi geotermici, sei gli impianti eolici e di isolamento termico.

Completano poi il progetto, gli interventi polifunzionali realizzati su cinque palestre, l’iniziativa per favorire la raccolta e l’uso dell’acqua piovana (attualmente operativa in oltre 50 strutture educative), nonché nel capoluogo lucano, gli interventi messi a punto per il risparmio energetico della Bibliomediateca provinciale, del Conservatorio e del Museo Archeologico.

Un risparmio questo, che a regime complessivamente dovrebbe ridurre l’emissione di CO2 di circa 995.000 kg, consentendo all’Ente di salvare circa quattromila alberi ogni anno. Anche grazie a questo progetto, la Provincia di Potenza ha vinto il premio speciale del Klimaenergy Award 2011.

Dati a corredo

Condividi: