Home Imprese Sostenibili La provincia di Lucca finanzia la differenziata

La provincia di Lucca finanzia la differenziata

città: - pubblicato il:

La Provincia di Lucca mette sul piatto 330mila euro per la raccolta differenziata. I Comuni sono invitati a presentare progetti in merito. C’è tempo fino a metà giugno

La provincia di Lucca ha deliberato uno stanziamento di 330 mila euro per finanziare progetti di raccolta e riciclaggio dei rifiuti. Al bando i Comuni interessati potranno accedere presentando progetti per lo sviluppo di sistemi di raccolta “porta a porta”, per la promozione dell’autocompostaggio e per la realizzazione di isole, stazioni e piattaforme ecologiche.

Tra i criteri per la concessione dei contributi verranno valutate tra gli altri, la conformità con i programmi e gli obiettivi della Provincia, la sostenibilità e la durata nel tempo, il coinvolgimento di cittadini, associazioni e imprese nonché l’efficienza e l’efficacia del progetto e della sua comunicazione.

Per la presentazione delle domande c’è tempo sino al 15 giugno 2012. Maggiori informazioni potranno essere richieste direttamente al Servizio Ambiente della Provincia di Lucca.

Intanto sono stati portati a termine i lavori di adeguamento sismico, energetico e impiantisco del liceo Scientifico Vallisneri di Sant’Anna, il cui progetto di ristrutturazione del padiglione (che ha visto un investimento complessivo di oltre 3 milioni di euro) è stato sviluppato nell’ambito del progetto pilota “Teenergy Schools“, sulla architettura scolastica bio-climatica, finanziato dal programma europeo Med e presentato come esempio di “buona pratica” per le strategie adottate riguardo la ventilazione e il raffrescamento passivo, aspetti questi che hanno sempre costituito una problematica rilevante nelle scuole.

Obiettivo del “Teenergy Schools”, quello di analizzare i livelli di prestazione energetica dei fabbricati scolastici ubicati nelle diverse fasce climatiche del bacino del Mediterraneo per valutare le possibili strategie d’intervento in modo da ridurre le dispersioni e contenere i costi di riscaldamento e illuminazione, il tutto a favore di un maggiore comfort e vivibilità degli edifici. Menzione speciale per questo progetto è stata consegnata lo scorso anno dalla fiera di Bolzano all’interno dell’award di Klimaenergy.

Dati a corredo

Condividi: