Home News Pompea, dall’intimo al fotovoltaico

Pompea, dall’intimo al fotovoltaico

pubblicato il: - ultima modifica: 6 Agosto 2020
sostenibilità e green planner news
Foto di anncapictures da Pixabay

Non si tratta ovviamente di una svolta nel business plan dell’azienda mantovana, importante player nel campo della moda intima italiana, ma della realizzazione di un impianto fotovoltaico, composto da 15.000 moduli JinkoSolar, installati sul tetto dell’impianto produttivo.

L’energia prodotta supererà complessivamente i 4 milioni di kWh all’anno e garantirà una riduzione di oltre 2 milioni di emissioni di anidride carbonica. Il progetto, che ha coinvolto lo stabilimento Pompea di Asola, una superficie di 25.000 mq, è stato realizzato in sole 5 settimane da Building Energy.

L’impianto è entrato in funzione alla fine del mese di gennaio ed è composto da oltre 15.000 moduli monocristallini JinkoSolar da 260 Watt cadauno, in grado di realizzare una potenza complessiva pari a 4MW di picco, con un rendimento di circa 4.250.000 chilowattora annui.

“Siamo orgogliosi di aver collaborato con Building Energy alla realizzazione di questo progetto. Si tratta di un partner affidabile, con una reputazione eccellente, e gestito da un team di manager con decennale esperienza nel settore delle energie rinnovabili sia in Italia che all’estero” ha dichiarato Alberto Cuter, Country Manager JinkoSolar per l’Italia “Grazie a quest’accordo ci impegniamo a realizzare sempre più impianti a energia alternativa in Italia”.

Condividi: