Home Tecnologie Il giro del mondo grazie all’energia del Sole

Il giro del mondo grazie all’energia del Sole

pubblicato il: - ultima modifica: 9 Maggio 2020
turanor

Turanor PlanetSolar è un catamarano, salpato a fine 2010 dal porto di Montecarlo, che misura 31 metri di lunghezza e 15 metri di larghezza; dimensioni non proprio modeste per un’imbarcazione che ha compiuto il giro del mondo in circa 2 anni di tempo ed è tornato alla base di carenaggio.

Dove sta la notizia vi starete chiedendo… ebbene Turanor non è un’imbarcazione normale, ma ha tutto il ponte ricoperto di pannelli solari che hanno fornito l’energia necessaria alla sua navigazione.

Il suo inventore, lo svizzero Raphaël Domjan, oltre a comandare l’imbarcazione nel suo viaggio ha sfruttato ogni tappa per promuovere l’energia solare come fonte alternativa di energia.

Quando è attraccato a Montecarlo, nel maggio di quest’anno, aveva percorso ben 37.286 miglia a una velocità media di 20 nodi (35km/h).

L’imbarcazione in fibra di carbonio, è dotata di 537 mq di pannelli solari che generano una capacità di 93,5 kW, ha toccato durante la sua impresa gli oceani Atlantico, Pacifico e Indiano, ha oltrepassato il canale di Panama e quello di Suez. Ha fatto scalo nei porti di Miami, Cancun, Brisbane, Hong Kong, Shanghai, Singapore, Abu Dhabi.

La rotta scelta ha avuto l’unica particolarità di sfruttare sempre il massimo della luce possibile, quindi la navigazione dell’imbarcazione non è mai stata troppo distante dall’equatore.

Turanor è bello perché non si ha alcun rumore e vibrazione – ha spiegato DomjanInoltre per l’osservazione della fauna marina e dei delfini è molto meglio di una normale nave a motore“.

Condividi: