Home News Acquisti pubblici efficienti, design e pubblica amministrazione insieme

Acquisti pubblici efficienti, design e pubblica amministrazione insieme

città: Milano - pubblicato il:

acquisti-pubblici-efficientiSpendere in modo efficiente, non meno e basta: ecco l’impegno che attraverso un accordo quadro si punta a ottenere. ADI Lombardia, l’associazione delle aziende che si occupano di disegno industriale, ha redatto il Design Memorandum 2.0 in occasione del protocollo d’intesa con l’Agenzia Regionale Centrale Acquisti ARCA per promuovere degli acquisti pubblici efficienti, all’insegna della qualità e dei criteri del good design, valori fondamentali del Made in Italy e del comprare meglio anche in ambito pubblico.

Una collaborazione a tutto tondo che, oltre a discutere di progetti, programmi e iniziative contenute direttamente nel protocollo d’intesa, presenta anche una piattaforma telematica, Sintel, sviluppata e promossa da ARCA per migliorare l’interazione tra domanda pubblica e offerta del mercato, valorizzando competenze ed eccellenze produttive.

“La collaborazione avviata tra ARCA e ADI punta alla costruzione di un rapporto virtuoso tra domanda e offerta sui temi del design, inteso come strumento interdisciplinare per migliorare il profilo ambientale e sociale degli acquisti pubblici. L’iniziativa rientra nel modus operandi di ARCA, nel suo ruolo di cerniera tra il mondo delle imprese e della Pubblica Amministrazione.

Da un lato, per consolidare il dialogo con i diversi mercati di riferimento, lavorando con le principali associazioni di categoria anche per la diffusione di strumenti avanzati d’acquisto come la piattaforma Sintel, dall’altro per favorire nella Pubblica Amministrazione lombarda l’acquisizione di competenze e conoscenze utili a comprare meglio, ottimizzando la gestione delle risorse disponibili e coniugando la necessaria attenzione ai costi a quelli altrettanto importanti della qualità, sostenibilità ambientale e funzionalità dei beni e servizi acquistati” ha commentato Andrea Martino, direttore generale di ARCA.

Il protocollo si concretizzerà in iniziative di collaborazione e di formazione sugli strumenti di e-procurement dedicate alle imprese e in attività di approfondimento sulla cultura del design e degli acquisti sostenibili, dedicate alle Amministrazioni, con particolare riferimento ai criteri ambientali minimi sugli arredi, fissati dal Ministero dell’Ambiente con DM 22 febbraio 2011.

“Con il protocollo firmato tra ADI Lombardia, ADI e Arca per inserire nella piattaforma informatica della Regione Lombardia per gli acquisti i criteri del good design, per la prima volta si riconosce ad ADI e al design un ruolo e un riconoscimento pubblico concreto” afferma Ambrogio Rossari, presidente ADI Lombardia che aggiunge “Non solo questi criteri verranno promossi nelle gare che la Pubblica Amministrazione lombarda svolge tramite la piattaforma telematica, ma daranno la possibilità alle aziende pubbliche di capire che molte volte il buon design premia non solo l’estetica ma anche e specialmente la funzionalità o altri valori che sono alla base del progetto”.

Condividi: