Home Imprese Sostenibili Inaugurata la vasca di laminazione che proteggerà polo fieristico e area Expo

Inaugurata la vasca di laminazione che proteggerà polo fieristico e area Expo

pubblicato il: - ultima modifica: 6 Agosto 2020
sostenibilità e green planner news
Foto di anncapictures da Pixabay

inaugurazione-vasca-rhoÈ stata conclusa in meno di un anno e in anticipo di oltre due mesi rispetto ai tempi previsti; la vasca di laminazione L2, costata 5,4 milioni di euro (risparmiando 2 milioni sul preventivo) è stata inaugurata a Mazzo di Rho alla presenza dell’assessore all’ambiente energia e reti della Regione Lombardia Leonardo Salvemini, del sindaco di Rho Pietro Romano e del presidente di Ianomi Roberto Colombo.

La vasca è parte del programma di interventi che comprendono 3 vasche volano e una estesa rete separata di collettori di acque reflue e meteoriche per la tutela idraulica di un vasto territorio a nord ovest dei confini comunali di Milano finanziato interamente da Regione Lombardia e seguito per le fasi di progettazione, procedure di appalto e realizzazione delle opere da Ianomi.

“La Regione Lombardia ha a cuore ogni singola porzione del territorio lombardo” ha commentato l’assessore Salvemini “e mette in campo ogni sforzo per la sua salvaguardia. In questo caso realizziamo un intervento fondamentale sia per il fiume Olona che per gli stessi comuni di Rho e Milano. Ho molto apprezzato la sinergia con le altre istituzioni, con cui abbiamo dato una testimonianza concreta che l’ambiente è di tutti senza appartenenze, colori politici o divisioni in campanili”.

“Siamo orgogliosi per questo intervento che è stato realizzato attraverso il finanziamento di Regione Lombardia” dichiara l’assessore all’ambiente del comune di Rho Gianluigi Forloni “Attendiamo che per Rho venga presto realizzato un intervento simile sul territorio di Arese, già previsto peraltro, che possa eliminare il pericolo di esondazioni”.

“L’opera inaugurata oggi” afferma il Sindaco di Rho Pietro Romano “rientra nella strategia dell’amministrazione comunale di tutelare il sistema delle acque presenti sul nostro territorio. Prioritario risulta l’aspetto collegato alla sicurezza e a evitare le esondazioni causate da precipitazioni abbondanti. Contestualmente si inseriscono il riordino e il recupero di zone che potranno essere valorizzate da una ricca vegetazione e dalla percorribilità ciclabile”.

“Questo intervento è un esempio eccellente di collaborazione fra enti pubblici a vantaggio e a tutela del territorio” commenta il presidente di Ianomi Roberto Colombo “la Regione Lombardia ci ha affidato la realizzazione delle opere e noi le abbiamo eseguite d’intesa con i comuni interessati. È la miglior dimostrazione dei risultati che si possono raggiungere quando si procede nella stessa direzione per uno scopo comune”.

Condividi: