Home Tecnologie Le auto del futuro? Tecnologiche, interattive, intelligenti ed ecologiche

Le auto del futuro? Tecnologiche, interattive, intelligenti ed ecologiche

città: Roma - pubblicato il:

4Se ci si chiedesse, oggi, come dovrebbe essere l’auto da comprare tra 20 anni, design a parte, la risposta sarebbe piuttosto semplice: molto tecnologica ma semplice da usare, interattiva e programmabile secondo le esigenze di ognuno, intelligente quel tanto che basta per adattarsi alle diverse situazioni reali che si incontrano guidando e, naturalmente, ecologica ed efficiente.

In realtà molte di queste caratteristiche si trovano già nelle automobili vendute oggi ma, cosa più difficile e che si trovino tutte insieme sulla stessa auto. Ancora più difficile che, infine, l’auto su cui si trovano abbia anche un costo molto basso, alla portata delle tasche di tutti, anche dei più giovani.

Non indugiamo oltre e diciamo subito che ci riferiamo alla Ford Fiesta, un’auto che piace molto al mercato ed è dotata di tecnologie all’avanguardia a un prezzo abbordabile. Tecnologie accessibili a tutti, non solo ai super esperti, che aggiungono intelligenza e interattività alle normali caratteristiche di un’automobile.

Come per esempio MyKey, tecnologia che permette ai genitori – ma anche a un’azienda – di configurare alcuni parametri dell’auto, per esempio la velocità di crociera, il controllo di trazione (per evitare le sgommate) e l’uso delle cinture, per incentivare uno stile di guida più sicuro e attento; oppure come il Sync con la funzione di Emergency Assistance che, in caso di incidente, mette automaticamente in collegamento il telefono accoppiato all’auto via bluetooth con la centrale operativa inviando le coordinate Gps dell’autovettura (anche all’estero e nella lingua della nazione in cui ci si trova).

Il Sync inoltre consente di utilizzare i comandi vocali per interagire con il cellulare o altri dispositivi collegati via bluetooth e, probabilmente con il prossimo aggiornamento del software, estendere il controllo vocale ad altri accessori dell’auto (come l’impianto di condizionamento, ma la fantasia lascia prevedere sviluppi molto più interessanti).

Ma a bordo della Fiesta è possibile installare anche l’Active City Stop di Ford, il sistema di frenata automatica in città, la funzionalità di parcheggio assistito e quella di aiuto per la partenza in salita.

Fin qui tutto molto tecnologico e molto bello, ma dove sta la parte ecologica? Bhe Ford è molto attenta anche a questo aspetto: sull’intera gamma gli ingegneri hanno lavorato molto per la riduzione delle emissioni di CO2 e per i consumi.

Molti dei modelli disponibili hanno inoltre la possibilità di poter essere equipaggiate con un impianto a Gpl e in un futuro molto prossimo arriveranno anche vetture ibride.

Il management di Ford, per il momento, punta molto sul miglioramento delle prestazioni ecologiche della tecnologia di trazione tradizionale (a benzina e gasolio) e sull’uso di combustibili alternativi come Gpl e ibrido; l’occhio però è puntato allo sviluppo delle infrastrutture per poter incrementare sia l’offerta di veicoli ibridi e domani, se le condizioni del mercato e delle infrastrutture lo permetteranno, anche sull’elettrico puro.

Per il momento però il palcoscenico è tutto per la Ford Fiesta che, attraverso gli eventi promozionali come Fiesta 24 Ore che permette tramite la pagina Facebook della vettura di inviare idee per la realizzazione di un video, oppure con l’iniziativa rivolta al pubblico femminile per raccogliere suggerimenti riguardo al modo in cui la tecnologia di un’auto viene spiegata e descritta, ammicca al pubblico giovane e femminile senza però cercare di attrarre anche gli appassionati delel novità tecnologiche e chiunque desideri auna vettura sicura e affidabile.

Come dovrebbe essere l’auto del futuro? Tecnologica ma semplice da usare, interattiva e flessibile, intelligente, ecologica ed efficiente… e simpatica aggiungiamo noi.

Condividi: