Home Eco Lifestyle La creatività al servizio del riciclo e del riuso

La creatività al servizio del riciclo e del riuso

città: Firenze - pubblicato il: - ultima modifica: 26 Aprile 2019
creatività riciclo - coipù

La cultura moderna basata sul consumismo ha perso il piacere della creatività nel recupero degli oggetti, del loro riuso e della capacità di trasformare una cosa, originariamente pensata per svolgere un’attività specifica creando qualcosa di diverso ma funzionale e creativo.

Questo tipo di attività artigianale però sta tornando di moda e sono molti, soprattutto giovani, coloro che si dedicano alla ricerca di oggetti buttati per ricrearli e re-inventarne l’uso.

Come nel caso di Elsa e Alessio, giovani designer di San Casciano, borgo in provincia di Firenze, che si sono dedicati alla creazione di oggetti d’arredamento ottenuti con oggetti riciclati, in particolare usando i vecchi pallet, meglio conosciuti come bancali.

La loro attività creativa si chiama Coypù, un progetto innovativo che ha lo scopo di dare nuova vita a quegli oggetti che spesso rimangono nelle cantine ad ammuffire e che invece possono avere un secondo uso se visti in maniera diversa.

Le loro sono realizzazioni artigianali particolari e uniche, dalle tinte vivaci e fluo, create con materiali di riciclo nel rispetto della natura, vernici e finiture ecologiche.

Coypù nasce nell’estate 2012, con un vecchio pallet capitato per caso nel nostro garage e la voglia di trasformarlo in qualcosa di diverso, di nuovo. È bastato un pomeriggio passato fra trucioli e spazzole metalliche per farci innamorare di questo lavoro. Un attimo. Quello in cui, con olio di gomito e forza di volontà, si riporta in vita il legno, scoprendone le affascinanti venature e gli splendidi colori. Abbiamo subito compreso le straordinarie potenzialità di questo materiale. Da quel pomeriggio praticamente non ci siamo più fermati. Abbiamo iniziato a lavorare con altri materiali, altri oggetti e altre possibilità di riuso” racconta Elsa Cresti.

La passione per la grafica, il design e la creatività che ci portiamo dentro da sempre ci aiutano e sono fonti inesauribili d’ispirazione per i nostri progetti. Non sappiamo dire cosa succederà in futuro perché il progetto Coypù è in piena fase di evoluzione. Le nostre creazioni ci stanno portando tante soddisfazioni e vorremmo proseguire su questa strada. La riscoperta del lavoro artigianale e dei materiali di recupero stanno alla base del nostro progetto” conferma invece Alessio Roscilli.

Le creazioni Coypù, per il momento, rappresentano un momento di creatività e di piacere personale dei due “giovani artisti-designer”.

L’attività è comunque destinata a svilupparsi e a espandersi dopo una prima fase dedicata alla creazione e alla comunicazione dei prodotti creati.

In questo momento stiamo cercando di far conoscere alla gente il nostro progetto, ma non è semplice” ammettono Elsa e AlessioPer ora esponiamo le nostre creazioni nei mercatini e a breve proveremo a commercializzarle anche in rete. Le risorse maggiori sono su Internet, anche per la pubblicità: abbiamo creato una pagina su Facebook che ha raggiunto 111 mi piace in pochissimo tempo, e ci sono moltissimi siti web che offrono buoni servizi e ottime possibilità a chi come noi ha la passione per l’handmade“.

Condividi: