Home Tecnologie Le divise della nazionale di calcio francese sono in pet riciclato

Le divise della nazionale di calcio francese sono in pet riciclato

pubblicato il: - ultima modifica: 7 Ottobre 2020
sostenibilità e green planner news
Foto di anncapictures da Pixabay

È sempre più frequente da parte delle marche di abbigliamento sportivo, l’utilizzo di poliestere riciclato derivato da bottiglie in Pet, il cui riciclo ha un mercato ormai consolidato, a differenza di quello delle plastiche eterogenee, che invece essendo una tecnologia nuova (il progetto Plasmix della Regione Toscana è iniziato nel 2009, dimostrandone la fattibilità e dando vita a una filiera tutta toscana, con la nascita di Revet Recycling srl) dovrebbe essere stimolato con degli incentivi sui ri-prodotti.

Ma torniamo al Pet, che Revet nei propri impianti seleziona per colore (trasparente, azzurrato, colorato) e poi avvia al riciclo: l’ultima presentazione ufficiale è stata quella a opera della Nike che ha introdotto la nuova divisa da trasferta della Francia, di colore blu tenue.

Ogni completo è realizzato con una media di 13 bottiglie di plastica riciclata, nel rispetto dell’ambiente, ma anche di innovazione, performance ed eleganza. Il tessutto dei pantaloncini è di poliestere riciclato al 100%, mentre le maglie lo sono al 96%.

La tecnologia impiegata per la realizzazione è la Nike Dri-FIT: favorisce la traspirazione, il tessuto è del 23% più leggero e del 20% più resistente rispetto alle precedenti divise Nike. Fori di ventilazione realizzati a laser favoriscono un raffreddamento localizzato, che facilita la regolazione della temperatura del giocatore durante la partita.

Condividi: