Home Imprese Sostenibili Milano accende la prima smart street multiservizi italiana

Milano accende la prima smart street multiservizi italiana

pubblicato il: - ultima modifica: 7 Ottobre 2020
sostenibilità e green planner news
Foto di anncapictures da Pixabay

La tecnologia al servizio dell’ambiente, del risparmio energetico e della città. A partire dalla luce che permette di rendere più vivibile, sicura e anche bella una via o un quartiere.

Come nel caso dell’installazione pilota realizzata in via della Spiga a Milano, nel cuore del quadrilatero della moda, attraverso una piattaforma intelligente che permette di trasformare la rete elettrica e la connettività a banda larga esistente in una rete di comunicazione ad alta velocità, per migliorare l’illuminazione, eliminare gli sprechi, monitorare i consumi energetici, di acqua e gas, ricaricare auto e bici elettriche, garantire connettività, collegare videocamere e display luminosi, monitorare il territorio ed elevare il grado di sicurezza.

La presentazione ufficiale del progetto, che avverrà il prossimo 9 aprile in occasione del fuori salone del Mobile 2013, sarà vivacizzata da una scenografia luminosa con giochi di luce in movimento agli ingressi principali, per sedurre il pubblico attraverso un look smart e sostenibile.

// //

Spiga Smart Street è un progetto promosso dall’associazione di via con il patrocinio del comune di Milano e con il supporto di aziende private quali Fastweb, Cariboni Group, Samsung, Umpi, Imq – Istituto Italiano del Marchio di Qualità, Blachere Italia e Renault Italia.

“Siamo orgogliosi di patrocinare questo progetto che fa di via della Spiga la prima Smart Street italiana” ha dichiarato Franco D’Alfonso, assessore del Comune di Milano al Commercio, Attività produttive, Turismo, Marketing territoriale “che si accende in via permanente proprio nel cuore del quadrilatero della moda, come avremo il piacere di vedere in anteprima in occasione del Fuori Salone del Mobile 2013. Spiga Smart Street permetterà di ottenere alti livelli di efficienza energetica mai raggiunti prima, che contribuiranno a fare della nostra città un modello di efficienza energetica in vista di Expo 2015 e di offrire ai cittadini nuove applicazioni smart”.

Grazie a questo progetto che secondo i promotori consentirebbe di realizzare il 70% di risparmio energetico (fino a 9 milioni di euro complessivi) verranno attivati sul territorio servizi ai cittadini e ai visitatori italiani e stranieri, ormai sempre più numerosi nella nostra città man mano che l’Esposizione Universale si avvicina.

La piattaforma intelligente se estesa all’intera città di Milano potrebbe contribuire a limitare gli sprechi, garantendo di conseguenza risparmi di gestione tra energia e ottimizzazione dei processi manutentivi, oltre a ridurre l’emissione di gas serra e migliorare la qualità dell’aria (circa 18 tonnellate di CO2 annue).

Condividi: