Home News Anci e Miur, accordo per la valorizzazione delle smart city

Anci e Miur, accordo per la valorizzazione delle smart city

pubblicato il: - ultima modifica: 2 Giugno 2020

Dopo le parole ecco i fatti. A metà marzo Anci e Forum PA si sono confrontate per porre le basi dello sviluppo delle smart city in Italia.

Adesso, in attesa della definizione di studi e proposte condivise, l’associazione dei comuni italiani si muove fattivamente insieme al Miur per monitorare e analizzare i progetti e gli strumenti finanziari a sostegno delle smart city.

Il Ministero dell’istruzione, università e ricerca (Miur) ha infatti affidato all’Anci il compito di valorizzare ulteriormente l’attuazione degli investimenti a favore delle città intelligenti, in linea con l’orientamento dell’Agenda Digitale Italiana.

// //

L’accordo prevede l’affidamento del servizio Analisi di strumenti e azioni a sostegno dello sviluppo di Smart Cities e Communities da realizzarsi entro sei mesi dalla formalizzazione dell’incarico. Anci ha definito una prima proposta progettuale articolata in due linee d’intervento:

  • monitoraggio e analisi dei progetti di Smart City nei comuni italiani
  • analisi degli strumenti finanziari per la realizzazione dei progetti

La prima linea d’intervento prevede l’analisi delle esperienze italiane in corso, a partire dai progetti che parteciperanno alle varie iniziative nazionali ed europee, con particolare riferimento agli esiti dei bandi Smart Cities & Communities a valere sul Programma Operativo Nazionale Ricerca e Competitività 2007-2013 avviati nel corso del 2012.

Le attività saranno articolate in due fasi: la prima prevede l’identificazione di best-practice nei comuni italiani emntre la seconda intende analizzare i principali strumenti di finanziamento per permettere ai comuni di impostare e di realizzare progetti efficaci, secondo un modello nazionale.

Lo scopo di questa azione è quello di collaborare con il mondo delle imprese, della ricerca e della società civile, anche tramite partenariati pubblico-privati per effettuare un’analisi degli strumenti finanziari e la successiva redazione e diffusione di un rapporto sintetico.

Condividi: