Home News Termovalorizzatore di Bolzano, la gestione provvisoria a Eco Center

Termovalorizzatore di Bolzano, la gestione provvisoria a Eco Center

pubblicato il: - ultima modifica: 8 Ottobre 2020
sostenibilità e green planner news
Foto di anncapictures da Pixabay

Il termovalorizzatore di Bolzano Sud, una delle opere più importanti realizzate in Alto Adige negli ultimi anni, è ormai pronto a partire. L’impianto, che una volta entrato in funzione incenerirà circa 130mila tonnellate di rifiuti residui (non più riciclabili) provenienti da tutta la provincia, è costato circa 123 milioni di euro.

La fase di test dell’impianto durerà sei mesi e fa parte dei costi di costruzione del termovalorizzatore e, quindi, sarà a carico della Provincia che finanzierà i lavori all’interno dell’impianto di Bolzano Sud e le spese di trasporto necessarie a consegnare tutti i rifiuti provenienti dal territorio.

// //

La data prevista per la consegna definitiva del termovalorizzatore è dicembre 2013.

“Probabilmente già nel mese di giugno” ha annunciato il presidente Luis Durnwalder “prenderà il via la fase di prova che servirà a testare il sistema di trasporto e incenerimento dei rifiuti”.

Un compito non da poco, che però porta con sè un altro problema: se la gestione del termovalorizzatore, in futuro, sarà assegnata a Eco Center, società partecipata del comune di Bolzano (44%) di 57 altri comuni altoatesini (46%) e della Provincia (10%), non era scontato che accadesse la stessa cosa anche per la fase di test.

La Giunta provinciale, però, ha deciso di dare continuità sin dall’inizio alla gestione dell’impianto, offrendo in questo modo a Eco Center e ai suoi 30 dipendenti – ha spiegato Durnwalder – la possibilità di arrivare preparati all’appuntamento con il via libera definitivo.

Condividi: