Home Eventi A Udine il primo salone italiano dedicato a carbon footprint e sostenibiltà

A Udine il primo salone italiano dedicato a carbon footprint e sostenibiltà

pubblicato il: - ultima modifica: 8 Ottobre 2020
sostenibilità e green planner news
Foto di anncapictures da Pixabay

Udine diventerà protagonista del carbon footprint e della sostenibilità nel mese di maggio, precisamente dal 17 al 19, durante lo svolgimento, presso la Fiera di Udine, del primo salone in Italia dedicato alla carbon footprint, nelle giornate verdi di EOS – Exposition of Sustainability, fiera internazionale sulla sostenibilità ambientale e sull’impronta di carbonio.

La manifestazione fieristica è organizzata da Udine e Gorizia Fiere in collaborazione con l’agenzia di green consultancy Gruppo Rem; inoltre l’evento è patrocinato da Ministero dell’Ambiente, Ministero dello Sviluppo Economico, Kyoto Club, Provincia e Comune di Udine e realizzato con il sostegno della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e in partnership con la Camera di Commercio di Udine.

Tra le interessanti novità presentate ci saranno l’abbigliamento colorato naturalmente con succhi della frutta, le ultime novità nel campo della mobilità sostenibile con i sistemi di ricarica e una microcar elettrica dal prezzo inferiore ai 10.000 euro e di prossimo lancio sul mercato, presentata da Area 20.

Non solo questo ma anche una la sfilata di moda eco-fashion e il superPc più green (ovvero più energeticamente efficiente) del mondo, realizzato e presentato in fiera da Eurotech, azienda leader nel mercato embedded e supercomputing. E poi tutte le ultime nate elettriche o ibride di prestigiose case automobilistiche come Peugeot, Nissan, Renault e Toyota, e anche biciclette e motocicli elettrici o ibridi da provare sulla pista trial.

EOS, il cui ingresso è gratuito, si offrirà al visitatore in tre aree principali, dedicate rispettivamente a prodotti green, mobilità sostenibile e servizi. In anteprima innovazioni in tutti i campi, per la città e l’ambiente del 2020.

Per la Smart City del futuro, Sinergie presenterà, per esempio, alcuni progetti finalizzati al trasferimento di conoscenze e tecnologie innovative all’interno dei settori sicurezza urbana (URBIS – Urban Manager for Security, Safety and Crisis Management), gestione dei rifiuti (SWFM-QF – Towards a European qualification for Solid Waste Facilities’ Managers), efficientamento energetico (Empowering, sistema di bollettazione intelligente), trattamento delle acque reflue di impianti a biomassa (Biomass-Cure).

Si parlerà di bioarchitettura e delle innovazioni tecnologiche come il nuovo ibrido tra lucernario tubolare e illuminazione a led che rappresenta la più importante evoluzione concettuale e innovativa per il lighting: al primato di efficienza e alla gratuità dell’illuminazione naturale Solarspot si associa infatti quella della luce led per illuminare 24 ore su 24.

Interessante anche la sezione dedicata al tema della corretta alimentazione, con la buona cucina a km 0 ed i prodotti a basse emissioni di carbonio firmati da eccellenze italiane del settore alimentare come Pasta Luciana Mosconi e Latteria Montello, che saranno protagoniste anche di uno show cooking animato da chef con la partecipazione di Slow Food.

Da non perdere la moda green, con la sfilata di sabato 18 maggio, con TU&TU che in collaborazione con Biolab, Vegetarian & Vegan Organic Food, presenterà una linea di abbigliamento contemporanea all’avanguardia per la sua impostazione ecologica: dalla scelta dei tessuti (biologici, eco-sostenibili e Fair Trade) alla confezione made in Italy, nell’ottica della sostenibilità e del rispetto assoluto verso ambiente, uomini e animali.

Sempre per vestire naturalmente, Ragioniamo con i piedi presenta le scarpe conciate al vegetale (concia lenta in fossa con tannini di mimosa, quercia e castagno) e i capi di abbigliamento in fibre naturali colorati con succhi estratti dalla frutta. Nelle aree esterne saranno invece protagonisti progetti e opere green ispirati alla sostenibilità ambientale: arte, design e garden design, per parlare di ecologia e natura anche attraverso il linguaggio delle arti visive e della creatività.

A scandire le tre giornate di manifestazione, numerosi convegni e workshop tematici che affrontano la green economy a tutto tondo, non solo con un taglio b2b: dalla eco-cucina al riuso, dalle smart city ai green jobs, dalla moda alla mobilità, con un unico trait d’union, l’obiettivo di abbattere le emissioni di carbonio.

Condividi: