Home News Dove vai se la tua plastica non ha il codice eco?

Dove vai se la tua plastica non ha il codice eco?

città: Roma - pubblicato il:

Il Codice Etico Plastic Eco Village (Pev) è un sistema di certificazione su tutta la filiera del riciclo della plastica (raccoglitori, riciclatori, produttori) sviluppato dal Consorzio Carpi (il cui acronimo sta per Consorzio Autonomo Riciclo Plastica Italia che riunisce dal 2007 34 aziende che operano nella raccolta riciclo della plastica derivante dagli imballaggi terziari).

Il bollino viene assegnato a quelle aziende in grado di garantire il rispetto delle norme vigenti, la tracciabilità dei rifiuti, l’effettiva rispondenza dei prodotti ai requisiti qualitativi dichiarati, la sostenibilità dei propri processi produttivi, la territorialità delle proprie attività e la costante ricerca di soluzioni che comportino il minor impatto ambientale possibile.

A disposizione del consumatore tutte le informazioni sensibili sull’identità del prodotto, con particolare attenzione alla gestione del fine vita, al risparmio di fonti non rinnovabili, alla riduzione delle emissioni climalteranti.

Come si può ottenere? Il marchio Pev, sottoposto a verifica di Tuv Italia, può essere richiesto dalle aziende attraverso la sottoscrizione del Codice di Condotta elaborato con riferimento alle norme Uni e Iso applicabili. Le aziende interessate devono inoltre dimostrare di approvvigionarsi di materie prime seconde provenienti da filiera corta, ovvero per almeno il 60% entro 150 km (nel caso della raccolta dei rifiuti) o 250 km dalla propria sede (nel caso di riciclatori e trasformatori).

Importante è anche l’attività di controllo e sorveglianza condotto direttamente dal consorzio Carpi che ha coinvolto nella certificazione anche Bios (Ente di certificazione specializzato nel settore dell’emission trading) per la certificazione del calcolo delle emissioni.

Condividi: