Home Eventi Inventa la tua città eco-compatibile, concorso creativo sulla sostenibilità

Inventa la tua città eco-compatibile, concorso creativo sulla sostenibilità

città: Napoli - pubblicato il:

Il Museo del Sottosuolo di Napoli, gestito dall’Associazione speleo-archeo-culturale La Macchina del Tempo, è partner del concorso, alla prima edizione Inventa la tua città ecocompatibile – La sostenibilità come stile Premio Città-Futuro.

Il concorso si propone l’obiettivo di delineare il volto di una nuova città eco-compatibile in cui tutti possano aspirare a una migliore qualità di vita e si fa portatore di due cause importanti: da un lato vuole favorire lo sviluppo di una coscienza collettiva amica dell’ambiente e dall’altro contribuire alla rinascita di un importante simbolo della cultura partenopea. Infatti una parte dei fondi raccolti attraverso il concorso verranno devoluti per la ricostruzione di Città della Scienza.

Il concorso ha l’obiettivo di sensibilizzare su temi ambientali e sociali mediante l’espressione di diverse forme d’arte.  Lo scopo del concorso è descrivere e immaginare le metropoli contemporanee, tra un presente di criticità ambientale e un futuro ecosostenibile. Un messaggio che passa attraverso i diversi linguaggi dell’arte: pittura, scultura, fotografia e cortometraggi/documentari.

Alle sezioni dedicate a pittura, scultura, fotografia e cortometraggi è stato aggiunto, su richiesta degli autori, il segmento dedicato al linguaggio letterario. Porta aperta a: liriche/poesie in lingua italiana e in vernacolo (con traduzione a lato); fiabe e favole; racconti brevi.

La scadenza per l’invio degli elaborati è stata fissata per il 31 luglio; per le opere letterarie c’è invece tempo fino al 15 agosto.

Il concorso a cui La Macchina del Tempo dà il suo appoggio è stato ideato da NeWage e da Libera Informazione Flegrea per delineare i mille volti possibili di una città ecosostenibile, testimone di una nuova etica.

Una città che, per svilupparsi in maniera equilibrata alla luce del sole, si riappropri delle sue radici identitarie e sia sostenuta dal buono stato di salute di ciò che dimora tra le sue viscere, al buio, 25 metri sottoterra. Un sottosuolo custode di memorie individuali e collettive che, quindi, è legato indissolubilmente alla vita della città in superficie.

A unire il Museo del Sottosuolo alla causa lanciata da NeWage e Libera Informazione Flegrea è anche l’attenzione e l’impegno attivo per riuscire a realizzare una reale integrazione delle persone con disabilità. Un’accessibilità e fruibilità dei luoghi della conoscenza, che si coniuga con la voce consapevolezza di sé e delle proprie potenzialità e possibilità di sviluppo relazionale.

Il Museo del Sottosuolo è impegnato nel progetto Diversamente Speleo che comprende una cordata di realtà attive a livello nazionale, unite dall’obiettivo di voler portare anche le persone con grave disabilità a godere delle bellezze e delle suggestioni del sottosuolo.

Condividi: