Home Imprese Sostenibili Trento, il patto per lo sviluppo sostenibile fino al 2020 è pronto

Trento, il patto per lo sviluppo sostenibile fino al 2020 è pronto

pubblicato il: - ultima modifica: 7 Ottobre 2020
sostenibilità e green planner news
Foto di anncapictures da Pixabay

Nel gennaio scorso, la giunta provinciale ha approvato il documento finale del Pa.s.so. ovvero il patto per lo sviluppo sostenibile 2010-2020 e oltre della Provincia autonoma di Trento, dopo un lungo iter partecipativo che ha visto i maggiori attori territoriali e i cittadini impegnati nel contribuire con nuove idee o modifiche degli obiettivi e delle azioni, alla sua definizione.

Oggi, finalmente, si passa alla nuova fase della sua sottoscrizione da parte di tutti, di cui il documento rappresenta il frutto di un percorso di responsabilizzazione diffusa.

Anche e soprattutto i cittadini sono invitati a sottoscrivere il documento, impegnandosi quotidianamente in prima persona.

Come per le istituzioni, anche per il cittadino l’impegno si formalizza sottoscrivendo un documento dove vengono elencate le azioni che costituiscono il Patto: oltre alla sottoscrizione quindi, viene richiesto in quali azioni ci si intende impegnare e come.

Questo impegno può avvenire sul blog del Pa.s.so. che diventerà luogo di condivisione di esperienze e di buone pratiche. Al cittadino infatti verrà chiesto se e come intende impegnarsi, ma anche di raccontare la sua testimonianza: l’intento è quello di creare una raccolta di buone pratiche che rappresenterà l’impegno dei Trentini per il loro futuro più sostenibile.

L’approvazione del Pa.s.so da parte della Giunta provinciale arriva dopo un lungo iter partecipativo nel quale i maggiori attori territoriali hanno potuto interagire ed esprimere un parere; nel contempo, il documento è stato reso pubblico per un confronto con la cittadinanza attraverso il blog dedicato, rendendo concreto l’impegno della Provincia per rendere trasparenti i processi decisionali, attivando quelle forme di partecipazione che definiscono l’accorta gestione di un territorio e dando così, un’importante opportunità al cittadino di contribuire, con responsabilità, all’azione di difesa del suo futuro.

Da questo confronto sono emersi contributi importanti che sono stati presi in considerazione dove possibile e che hanno quindi concorso alla versione definita, e quindi condivisa e concertata, del documento in approvazione.

In queste settimane, gli attori territoriali coinvolti stanno scegliendo se sottoscrivere il Pa.s.so. e se e come impegnarsi in prima persona nel raggiungimento di alcuni obiettivi e/o azioni contenute nel documento, scegliendo in totale libertà quali.

Con tali soggetti la Provincia, impegnata nello sviluppo di tutte le azioni per il raggiungimento degli obiettivi fissati, sottoscriverà una lettera di intenti descrittiva degli impegni di ciascuno. È chiaro che accanto all’impegno di enti, istituzioni e imprese, sarà il comportamento del singolo che potrà fare la differenza.

A questo punto il cittadino verrà chiamato a impegnarsi in prima persona: alla stregua delle istituzioni, anche per il singolo l’impegno si formalizzerà sottoscrivendo un documento dove vengono elencate le azioni che costituiscono il Patto. Oltre alla sottoscrizione, verrà inoltre richiesto in quali azioni ci si intende impegnare e come. Il cittadino inoltre, potrà portare la sua esperienza, raccontando il suo essere sostenibile.

Condividi: