Home Imprese Sostenibili La Cavalcata Sarda sarà a ridotto impatto ambientale

La Cavalcata Sarda sarà a ridotto impatto ambientale

pubblicato il: - ultima modifica: 6 Ottobre 2020
sostenibilità e green planner news
Foto di anncapictures da Pixabay

La Cavalcata Sarda, l’evento più importante della Sardegna che si svolgerà a Sassari il 18 e 19 maggio, sarà a ridotto impatto ambientale. Il comune di Sassari, che organizza la manifestazione, attuerà infatti una serie di accorgimenti eco-friendly.

La 64a edizione della Cavalcata Sarda, uno degli eventi più importanti della Sardegna che attira ogni anno circa centomila visitatori, quest’anno sarà quindi ricordata anche per il suo carattere green ed eco-sostenibile.

Gli assessorati alle Culture e alle Politiche ambientali del comune di Sassari hanno infatti messo in atto una serie di misure che strizzano l’occhio alla sostenibilità, come la distribuzione gratuita di acqua attraverso tre postazioni allestite lungo il percorso della sfilata, una raccolta differenziata spinta studiata ad hoc per limitare l’impatto derivante dall’elevato volume di rifiuti prodotti da un così alto numero di persone e una raccolta incentivante della plastica PET. Quest’ultimo provvedimento sarà possibile grazie a Eurven in collaborazione con Effegreen.

I visitatori, con il solo gesto di conferire rifiuti in plastica PET nei tre riciclatori che saranno posizionati lungo il percorso innescheranno un circolo virtuoso che permetterà di differenziare e ridurre il volume dei rifiuti, garantendo un risparmio sulla loro gestione e agevolando la raccolta di materiale di qualità immediatamente pronto per essere riciclato, abbattere le emissioni di CO2 derivanti solitamente dalla loro movimentazione e dal mancato utilizzo del materiale per la fase di riciclo, e ottenere un buono spesa da utilizzare negli esercizi aderenti.

Questo invoglierà i turisti a servirsi dei sistemi, insegnando loro le buone pratiche della raccolta differenziata e permettendo di ridurre l’impatto dell’evento.

“Il progetto nato dalla collaborazione tra noi ed Effegreen è stato pensato apposta per una manifestazione così imponente” ha dichiarato Carlo Alberto Baesso, general manager di Eurven “Un afflusso così massiccio di visitatori interessati a divertirsi è da gestire con molta attenzione”.

“L’incentivo spingerà anche i meno attenti a comprendere l’effettivo valore del rifiuto” ha continuato Fabiana Mura di Effegreen “In questo modo il comune diminuirà il costo di gestione rifiuti e l’ambiente ringrazierà perchè la percentuale di dispersione del PET per strada sarà drasticamente ridotta”.

“Credo sia assolutamente importante” ha concluso il sindaco di Sassari, Gianfranco Ganau “che anche in occasione di una delle nostre più importanti manifestazioni culturali Sassari dimostri attenzione nei confronti dell’ambiente. Smaltire i rifiuti ha dei costi molto elevati, ecco perché meno ne produciamo e più risparmiamo”.

Condividi: