Home Imprese Sostenibili Bike Pride 2013, a Torino la IV edizione per una mobilità intelligente

Bike Pride 2013, a Torino la IV edizione per una mobilità intelligente

sostenibilità e green planner news
Foto di anncapictures da Pixabay

A Torino, domenica 26 maggio biciclette e mezzi ecologici di ogni forma e colore si ritroveranno al Parco del Valentino, dalle 11 del mattino, per la quarta edizione del Bike Pride, in collaborazione con Smart City Days.

Il grande e variopinto corteo a pedali partirà alle 15, da Viale Virgilio, e arriverà verso le 17 al Parco Dora dove i promotori apriranno un confronto con l’amministrazione sui temi della mobilità sostenibile, della sicurezza stradale e della tutela dell’ambiente e per ricordare a tutti che il Bike Pride è festa e parata ma soprattutto un momento per ridiscutere la città e la mobilità.

Bike Pride sarà uno degli eventi culmine degli Smart City Days. Una possibilità per festeggiare e diffondere buone pratiche e un’occasione per esortare l’amministrazione a un impegno politico ed economico verso il BiciPlan.

Il grande e inaspettato successo delle scorse edizioni, con più di 20.000 ciclisti, ha messo in evidenza un cambiamento socio-culturale di vastissima portata: i cittadini ambiscono un ambiente urbano più vivibile e sostenibile e chiedono più spazi per la pedonalità e la ciclabilità.

Sebbene il cambiamento abbia portata nazionale, è Torino, grazie al Bike Pride, la città che ha dato origine a uno dei primi eventi di massa ciclistica organizzata a favore della mobilità ciclabile. Questo primato, ha trasmesso alla rete di associazioni torinesi (ambientaliste, culturali e sportive), una maggiore consapevolezza nell’aprire il confronto con l’amministrazione. Discussione che ha portato a concludere il piano strategico della ciclabilità, il BiciPlan, nel marzo di quest’anno.

Sul palco appositamente allestito al Parco Dora, gli organizzatori, aprendo un un dibattito con gli amministratori, renderanno noti i risultati della richiesta dello scorso anno sui 15 incroci ciclabili. Inoltre, paleseranno la richiesta del Bike Pride 2013 che riguarderà il nodo principale da sciogliere affinché le promesse dell’amministrazione diventino realtà: il finanziamento del Biciplan.

Condividi: