Home News Villa Erba di Cernobbio rispetta ancora di più l’ambiente

Villa Erba di Cernobbio rispetta ancora di più l’ambiente

pubblicato il: - ultima modifica: 7 Ottobre 2020
sostenibilità e green planner news
Foto di anncapictures da Pixabay

Un impianto di generazione del freddo che utilizza l’acqua del Lago di Como: entrato in funzione da poco, rappresenta un altro passo nel percorso di miglioramento e innovazione di Villa Erba e della sua struttura avviato dalla nuova gestione.

Progettato dallo Studiogamma di Como che ha già al suo attivo sin dal 2000 impianti similari, il progetto è stato realizzato da aziende del territorio: Magnani SpA, Sighinolfi Srl, IM Impianti Srl e Lavori, ISP sas.

La bellezza del parco che circonda i padiglioni espositivi già associa Villa Erba all’ambiente, rendendo unica questa struttura nel panorama congressuale.

“Abbiamo voluto attivare un’altra significativa iniziativa a favore dell’eco-sostenibilità e nel rispetto della natura” commenta Jean-Marc Droulers, presidente di Villa Erba “utilizzando l’acqua del lago abbiamo da poco messo in funzione questo nuovo impianto di condizionamento il quale, a parità di prestazioni con il precedente, riduce del 95% le immissioni di CO2 e di calore nell’atmosfera ed elimina del tutto l’inquinamento acustico, invece derivanti dall’uso di gas frigorigeni inquinanti”.

Situata nel centro di Cernobbio e affacciata direttamente sul Lago di Como, Villa Erba è una location che unisce eleganza e bellezza in un’ambientazione di grande impatto scenografico.

La sua originale struttura è espressione della sua versatilità: da un lato una villa storica di fine Ottocento, in grado di accogliere fino a 450 ospiti seduti, appartenuta alla nobile famiglia del regista Luchino Visconti, che ha sale riccamente affrescate e terrazze e balconi che si affacciano sul lago; dall’altro un moderno polo fieristico e congressuale, progettato dall’architetto Mario Bellini e ispirato alle serre tipiche delle ville lariane, che dispone di 11.000 metri quadrati coperti e nel padiglione centrale può accogliere fino a 1.500 persone.

Il suo parco secolare di 100mila metri quadrati, arricchito da alberi maestosi e piante rare, offre ai visitatori una piacevole pausa dalle attività congressuali e fieristiche. La struttura dispone anche di un pontile privato per l’attracco di imbarcazioni, di un’elisuperficie, di un autosilo e di un’ampia area parcheggio in una zona del parco.

Condividi: