Home Tecnologie Energica, la superbike elettrica da sogno

Energica, la superbike elettrica da sogno

pubblicato il: - ultima modifica: 9 Ottobre 2020
sostenibilità e green planner news
Foto di anncapictures da Pixabay

Chi l’ha detto che un prototipo di moto elettrica non possa esere esteticamente bella per stuzzicare anche l’immaginario di chi ha la passione delle due ruote? Come nel caso di Energica, primo prototipo di moto elettrica marciante ad alte prestazioni italiana, nata dall’esperienza del Gruppo CRP.

Ideata e realizzata a Modena, Energica rappresenta una valida alternativa alle moto endotermiche di ultima generazione: è infatti una superbike 100% elettrica dal design made in Italy che incarna il perfetto connubio tra tecnologia e innovazione rendendola un’alternativa sostenibile unica nel suo genere.

Attraverso questo progetto il Gruppo CRP ha voluto dare un forte impulso allo sviluppo di un nuovo distretto legato alla mobilità sostenibile a elevate prestazioni. Energica infatti è in grado di raggiungere i 220 km/h ed è stata realizzata con tecnologie da F1 come il 3D Printing.

Questo processo produttivo utilizzato da CRP per la realizzazione di Energica, permette di ottenere in poco tempo prototipi e componenti funzionali e ad alta prestazioni. Il concept di questa superbike nasce dalla declinazione su strada della eCRP 1.4, la moto elettrica da corsa vice-campione del mondo 2011 e campione d’Europa nel 2010.

Presentata ufficialmente a Eicma 2012 come prototipo marciante, Energica è dotata di un motore sincrono PMAC a magneti permanenti con sistema di gestione delle mappe con una potenza di 100Kw raffreddato a olio e una coppia di 16 Kgm (160Nm).

L’autonomia è di 150 chilometri a una media di 70 km/h. Le batterie possono essere ricaricate in 3 ore con corrente alternata oppure in meno di 30 minuti all’80% in corrente continua. La batteria ha una capacità di 11,7 Kwh nominali e di 13,2 Kwh quando è tutta carica. L’impianto frenante è di Brembo. Per gli pneumatici CRP ha scelto i Pirelli Diablo Rosso II. Per i comandi della moto è stata scelta l’azienda italiana Domino. Il mono posteriore regolabile così come l’ammortizzatore di sterzo è di Sachs, la forcella di 43 mm è di Marzocchi. Dal punto di vista dell’elettronica, Energica è dotata di un cruscotto digitale con LCD multifunzione, proprio come quello che viene montato nel campionato mondiale di Moto2 e la fanaleria è a led. Inoltre Energica è dotata di un sistema frenante a frenata rigenerativa che permette di recuperare energia utile al funzionamento della moto, come accade in F1.

Il team di sviluppo ha deciso di integrare il sistema ABS sin dalla prima release rendendo Energica la prima moto elettrica ad averlo. L’ABS sarà un valore aggiunto per il pubblico che non dovrà più aspettare il 2016, quando sarà obbligatorio per tutti i veicoli a due ruote: Energica infatti sarà sul mercato dal 2015.

Ad arricchire l’immagine sostenibile, green e a elevate prestazioni di Energica, CRP ha scelto il campione del mondo di kitesurf Mitu Monteiro come testimonial per la campagna pubblicitaria 2013

Condividi: