Home Tecnologie Progetto PowerBumps, i dossi producono energia

Progetto PowerBumps, i dossi producono energia

pubblicato il: - ultima modifica: 6 Ottobre 2020
sostenibilità e green planner news
Foto di anncapictures da Pixabay

È stata presentata l’anteprima mondiale del progetto PowerBumps, nato dalla collaborazione della startup italiana Underground Power con Auchan e Gallerie Commerciali Italia (GCI).

Il progetto prevede l’installazione, nell’area parcheggio del centro commerciale Auchan di Rescaldina, in provincia di Milano, di Lybra il dispositivo modulare realizzato da Underground Power, che assorbe l’energia cinetica dispersa dalle auto per trasformarla in energia elettrica.

Il primo test partirà a settembre, ma una versione dimostrativa dell’installazione di Lybra sarà disponibile nel parcheggio di Auchan Rescaldina già nei giorni 25 e 26 giugno.

// //

Il progetto PowerBumps è nato in seno al programma Creative Attitude, lanciato nel 2011 dal Gruppo Auchan con l’obiettivo di promuovere la nascita di nuovi progetti e attività innovative proposte dai dipendenti.

Per la realizzazione di questo progetto è stato individuato come partner tecnico Underground Power che da tempo aveva brevettato Lybra, un dispositivo modulare largo 3 metri, lungo 1 metro e disposto a filo strada, che può essere installato nelle zone di decelerazione per assorbire l’energia cinetica dispersa dalle auto e trasformarla in energia elettrica.

Il progetto PowerBumps che partirà nel centro commerciale Auchan di Rescaldina prevede due installazioni di Lybra di 10 metri ciascuna.

L’installazione nel suo complesso avrà le seguenti caratteristiche:

  • un transito medio di 8.500 auto al giorno
  • una produzione energetica di 100.000 KWh ogni anno
  • una resa equivalente a un impianto fotovoltaico da 80 kW
  • una tempistica di installazione di soli 3 giorni
  • un tempo di ritorno di 7 anni

“Con 57 ipermercati, 46 centri commerciali, 82,3 milioni di scontrini e oltre 180 milioni di visitatori l’anno, siamo una realtà chiamata a innovare “ha dichiarato Roberta De Natale, Direttore Comunicazione e Sviluppo sostenibile Auchan e Relazioni Esterne GCI “Dobbiamo immaginare i nostri centri commerciali nel mondo che cambia, per essere pronti a ripensarli e adattarli velocemente in funzione dell’evoluzione dei bisogni e delle tendenze sia a livello economico, ma anche sociale e ambientale. E per fare questo siamo partiti dalla nostra principale risorsa: le donne e gli uomini di Auchan e Gallerie Auchan”.

“Quando è stato lanciato il programma Creative Attitude, ho ripensato al caso del locale notturno che recuperava l’energia dei corpi in movimento sulla pista da ballo” ha spiegato Alessandro Gullo, Progettista di Auchan e GCI “Mi sono ispirato a questa idea e ho pensato che anche i veicoli che transitano nei nostri centri commerciali possono generare un campo magnetico e quindi energia elettrica, che può essere captata e resa disponibile per il suo utilizzo. Così sono nate le PowerBumps”.

“Questa tecnologia è in grado di rallentare il veicolo e, cosi facendo, aumentare la sicurezza stradale” ha spiegato Andrea Pirisi, AD Underground Power “ma anche recuperare l’energia che andrebbe sprecata dalla frenata delle auto attingendo a una nuova fonte alternativa e, inoltre, compensare la CO2 prodotta dal traffico migliorando i consumi del traffico stesso”.

“Riuscire a introdurre tecnologie per contenere e ridurre i consumi a oggi è una nostra priorità. Per questo abbiamo accolto e sviluppato il progetto PowerBumps” ha dichiarato Edoardo Favro, AD di GCI “Partiamo con il test nel centro commerciale Auchan di Rescaldina e contiamo di poter estendere il progetto ad altri centri anche all’estero. Questo permetterebbe di ottimizzare i costi di produzione, generare economie di scala e soprattutto ridurre un importante consumo di energia a favore dell’ambiente. Il nostro fine ultimo è di mettere il cliente al centro di questo progetto, proponendogli installazioni che siano al contempo ecosostenibili, divertenti e fidelizzanti”.

Condividi: