Home News Salva il tappo! raccoglie oltre 5000 tappi di sughero

Salva il tappo! raccoglie oltre 5000 tappi di sughero

pubblicato il: - ultima modifica: 6 Ottobre 2020
sostenibilità e green planner news
Foto di anncapictures da Pixabay

Wine&Thecity, progetto di comunicazione nato nel 2008 come Fuori salone del vino di Vitignoitalia, chiude l’edizione numero 6 e passa alla conta dei tappi di sughero raccolti prima e durante l’evento attraverso Salva il Tappo!, iniziativa avviata in modo spontaneo nel dicembre scorso per promuovere il recupero del sughero, materiale 100% naturale e riutilizzabile.

Nei giorni strategici dell’evento, la raccolta Salva il Tappo! ha affiancato la campagna nazionale ETICO ideata da Amorim Cork Italia a scopo ambientale e benefico, promossa a livello regionale da Claudia de Rosa.

I tappi raccolti saranno riciclati nella bioedilizia e il ricavato contribuirà a finanziare le attività della Onlus TuttiColori, attiva nel Rione Sanità di Napoli.

Risultato di questa prima raccolta congiunta e ancora in corso sono al momento più di 5.000 tappi di sughero che andranno a sommarsi alle oltre 20 tonnellate già raccolte in tutta Italia.

// //

La collaborazione con la campagna ETICO di Amorim Cork Italia ha l’obiettivo di alimentare un circolo virtuoso di solidarietà ed eco-sostenibilità.

Sono state circa 1.500 le bottiglie stappate durante Wine&Thecity che ha visto in rete dal 21 al 25 maggio 105 location di Napoli e 5 giorni di degustazioni in tutta la città, senza contare gli Eventi OFF che hanno arricchito il già fitto percorso di questa edizione.

A ogni indirizzo che ha aderito alla manifestazione è stato chiesto di non gettare via i tappi delle bottiglie stappate; in cinque location con grande affluenza di pubblico sono stati collocati contenitori realizzati appositamente per la raccolta che tuttora continua presso il Penguin Cafè di via Santa Lucia; I Coloniali di via Francesco Giordani; l’Enoteca Mercadante di Passeggiata Colonna; lo Spazio Nea di via Costantinopoli e il ristorante Kukai di via Carlo de Cesare.

Condividi: