Home News L’energia per i Giochi di Sochi 2014 arriva da tecnologia italiana

L’energia per i Giochi di Sochi 2014 arriva da tecnologia italiana

città: Treviso - pubblicato il:

IBT Group, azienda specializzata in soluzioni per il risparmio energetico e partner esclusivo per l’Europa di Century, annuncia l’installazione di un impianto di trigenerazione high-tech per una nuova area retail nella città russa di Sochi, capitale dei prossimi XXII Giochi olimpici invernali.

Si tratta non solo del progetto infrastrutturale più grande dopo quello relativo alla cittadella olimpica, ma anche del primo impianto di trigenerazione con tecnologia a microturbina della Regione.

Il recente commissioning di 2 frigoriferi ad assorbimento Century ha completato, infatti, l’impianto di trigenerazione, la cui costruzione era stata annunciata nel maggio 2011 per conto di R7 Group, gruppo immobiliare russo che gestisce varie strutture commerciali e alberghiere nell’area di Novy Vek (New Century).

Per provvedere allo smaltimento del calore dei gruppi ad assorbimento, è stata studiata un’interessante soluzione tecnologica che sfrutta le acque sotterranee della zona. Sono, infatti, stati utilizzati un pozzo per il chiller da 2 MW e 2 pozzi per quello da 3 MW freddi in sostituzione delle tradizionali torri evaporative.

La parte cogenerativa del sistema è invece composta da 4 turbine Capstone da 1000 kW a tecnologia “oil-free”, ovvero senza liquidi lubrificanti al loro interno, che consentono quindi di ottenere impianti di cogenerazione per la produzione combinata di energia elettrica e termica dai numerosi vantaggi tra cui una sensibile riduzione dei consumi, oltre il 30%, bassa manutenzione, maggiore facilità nel recupero termico e zero emissioni.

L’energia prodotta dalle turbine servirà a far fronte ai bisogni di energia elettrica e di acqua calda di due centri commerciali e relativi uffici per un’area totale di 40.000 m2, mentre i 2 frigoriferi ad assorbimento, che sfruttano l’acqua calda prodotta dalle turbine, serviranno al condizionamento di tutti gli ambienti.

Gli assorbitori Century, nelle taglie più piccole si accoppiano infatti perfettamente con la produzione termica delle microturbine e sono quindi adatti a realizzare impianti di trigenerazione efficienti e facilmente gestibili.

Prodotti nelle gigantesche fabbriche di 240.000 m2 ad Asan del Gruppo, i chiller Century si distinguono per la possibilità di progettazione su misura sulla base delle richieste tecniche del cliente, l’elevata affidabilità visto il limitato numero di parti meccaniche in movimento e il minimo impatto ambientale.

Ilario Vigani, fondatore e presidente di IBT Group ha commentato “L’industria energetica italiana gode di un sempre maggior peso e considerazione all’estero. I nuovi progetti per la realizzazione di infrastrutture energetiche in Europa e nell’area dell’ex Unione Sovietica non possono prescindere dall’implementazione di tecnologie trigenerative con know-how italiano. Questi mercati rappresentano una grande opportunità non solo per noi, ma anche per molte altre aziende del settore energetico”.

Condividi: