Home Imprese Sostenibili Sostenibilità energetica: il progetto Sicheo per il porto di Palermo

Sostenibilità energetica: il progetto Sicheo per il porto di Palermo

pubblicato il:
sostenibilità e green planner news
Foto di anncapictures da Pixabay

palermo-progetto-sicheo_wztzkqRendere un grande complesso industriale e produttivo, qual è l’area portuale di Palermo, autosufficiente dal punto di vista energetico: è questo l’obiettivo del progetto Sicheo, nel quale si innesta anche la realizzazione di un grande impianto fotovoltaico.

L’idea è partita da due aziende siciliane, Magazzini Generali e O.S.P Srl (Operazioni e Servizi Portuali), che proprio all’interno del porto più importante della Sicilia hanno le loro attività principali.

Comr partner tecnologico per l’impianto fotovoltaico è stata scelta Power-One, azienda toscana che opera nel campo delle soluzioni per la conversione e la gestione della potenza nel settore delle rinnovabili, recentemente acquisita da ABB, multinazionale leader nelle tecnologie per l’energia e l’automazione, che ha fornito i propri inverter ad alta tecnologia.

Il progetto Sicheo ha previsto la realizzazione di due sistemi fotovoltaici con una potenza pari a 1040 kW. Il primo impianto di 850 kW è stato installato sui tetti dei capannoni già in uso come area deposito dell’impesa Magazzini Generali e si estende su una superficie di 7000 mq.

Mentre il secondo più piccolo di grandezza e potenza, 190 kW su una area di 1200 mq, è stato posizionato sulle pensiline in uno spazio adibito a parcheggio.

In questo contesto, Power-One ha fornito i suoi inverter fotovoltaici della gamma Aurora Trio, realizzati nello stabilimento di Terranuova Bracciolini in provincia di Arezzo. Commissionati da Gew, concessionario ufficiale della azienda toscana, gli inverter Trio sono stati scelti per la loro capacità di controllare più pannelli fotovoltaici e per la loro flessibilità nelle installazioni di grandi dimensione, come appunto quella nel porto di Palermo.

Condividi: