Home Tecnologie Raccolta differenziata: con il Rifiutologo sai come separare i rifiuti

Raccolta differenziata: con il Rifiutologo sai come separare i rifiuti

pubblicato il: - ultima modifica: 6 Ottobre 2020
sostenibilità e green planner news
Foto di anncapictures da Pixabay

rifiutologo_z2n0qvEffettuare una corretta differenziazione dei propri rifiuti urbani è molto importante e lo sarà sempre di più visto che questo metodo di raccolta permette di ottimizzare il servizio, di preservare l’ambiente e di offrire materiali di scarto da riciclare anche pregiati.

Farlo però, nonostante la buona volontà della maggior parte dei cittadini non è sempre facile, complici le istruzioni poco dettagliate o l’effettiva difficoltà di descrivere esattamente, per ogni rifiuto, la sua destinazione.

Dove si buttano gli abiti usati? E le assi da stiro? In quale contenitore devo gettare le carte delle caramelle? Ma i barattoli di metallo vanno separati o messi insieme a qualche altro materiale?

// //

Non sempre si possiede la risposta a queste domande, ma no per questo ci si deve disperare… basta informarsi e, grazie al web e alle possibilità offerte dagli smartphone, consultare le fonti adatte in modo da non sbagliare più.

Noi di Green Planner Magazine ne abbiamo trovate due e, immaginiamo casualmente, si chiamano nello stesso modo Il rifiutologo!

La prima è un’applicazione web, realizzata da Valle Umbra Servizi – realtà economica umbra che eroga servizi pubblici nei comuni del comprensorio folignate, spoletino e della Valnerina – che permette di inserire in una buca di ricerca il nome del rifiuto da differenziare per ottenere la sua destinazione. Il sito web offre inoltre guide e informazioni utili alla raccolta differenziata.

La seconda è invece un’applicazione per smartphone che aiuta a capire in quale cassonetto buttare i rifiuti e offre informazioni dettagliate su come riciclare ogni scarto, pacchetto o confezione. Il sistema, realizzato da Hera, multiutility con sede a Bologna, è diversificato, e oltre alle informazioni dà la possibilità di trovare la stazione ecologica più vicina.

Entrambi i sistemi offrono informazioni relative alle aree di comptenza delle due aziende che li mettono a disposizione: in ogni caso è possibile sfruttare le indicazioni anche se non si risiede in uno dei comuni serviti.

Insomma, adesso basta solo la buona volontà… gli strumenti adatti a fare una corretta raccolta differenziata ci sono tutti!

Condividi: