Home Imprese Sostenibili Udine chiama tutti a raccolta per rendere la città sempre più eco

Udine chiama tutti a raccolta per rendere la città sempre più eco

pubblicato il: - ultima modifica: 12 Aprile 2020
sostenibilità e green planner news
Foto di anncapictures da Pixabay

udine-comune-verdeProsegue il viaggio di Green Planner Magazine tra i Comuni italiani smart. Oggi siamo a Udine, città friulana, che ha un’estensione di 55,81 chilometri quadrati, con l’intento di analizzare il Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile avviato già nel 2010 (a seguito anche dell’iscrizione al Patto dei Sindaci avvenuta nel 2009).

Risultato: abbiamo sotto mano un Paes illuminato. Ai suoi centomila abitanti, l’amministrazione in carica (il Sindaco Furio Honsell è stato rinominato nelle recenti amministrative) ha consegnato una città ricca di iniziative smart e sostenibili tanto da convincere all’unanimità la giuria del KlimaEnergy Award 2013 a consegnare il premio per la categoria dei Comuni di media grandezza.

// //

I risultati spiccano a partire dalle azioni di efficienza energetica del patrimonio infrastrutturale comunale, in particolare per gli edifici e impianti (illuminazione pubblica, efficientamento dei centri sportivi, delle scuole, dei cimiteri), oltre che all’impiego di tecnologie per lo sfruttamento delle fonti rinnovabili.

Inoltre, il Paes contempla anche azioni a lungo termine rivolte al territorio e alla cittadinanza, sulle quali il Comune di Udine intende lavorare attraverso strumenti di comunicazione, partecipazione, regolamentazione, convenzione.

Secondo il il Primo Cittadino Honsell “Abbiamo a cuore di accompagnare la popolazione della città a raggiungere, nelle sue abitudini quotidiane, lo stesso tipo di comportamento virtuoso. Le azioni che stiamo mettendo in campo in questo momento sono diverse, come per esempio il teleriscaldamento, perché tutti gli impianti pubblici e privati che si allacceranno alla rete saranno molto più efficienti, o ancora il potenziamento della raccolta differenziata spinta, che si traduce in una diminuzione dell’impatto ambientale nello smaltimento dei rifiuti.

Ma anche le politiche della mobilità hanno un impatto sull’ambiente. Per esempio abbiamo appena inaugurato tutto un sistema di mobilità innovativa e tecnologica installata sui bus, dal biglietto elettronico alla tracciabilità online del percorso degli autobus. Questo fa sì che si aumenti l’appetibilità del mezzo pubblico, meno inquinante, a discapito di un uso sempre troppo frequente del mezzo privato”.

Condividi: