Home News Empowering People Award, i finalisti del contest di Fondazione Siemens

Empowering People Award, i finalisti del contest di Fondazione Siemens

pubblicato il: - ultima modifica: 6 Agosto 2020
sostenibilità e green planner news
Foto di anncapictures da Pixabay

empowering-people-award-siemensFondazione Siemens ha organizzato Empowering People Award, concorso internazionale per trovare soluzioni tecnologiche semplici ma intelligenti che aiutino a migliorare la vita delle persone nei Paesi in via di sviluppo.

Una giuria internazionale, che ha valutato 800 candidature provenienti da 90 Paesi, proclamerà i tre vincitori nel corso di una cerimonia a Nairobi il 30 ottobre, in cui sarà assegnato un premio del valore totale di 100.000 euro.

I criteri di selezione dei 23 progetti selezionati hanno riguardato non solo la qualità tecnica e gli aspetti ambientali, ma anche il potenziale economico e sociale.

// //

Fino al 21 ottobre, chiunque può prendere parte alla votazione online indicando il proprio favorito per il premio speciale della community. Una piattaforma online consentirà inoltre di mettere in contatto i potenziali investitori con tutti i partecipanti e gli utenti delle soluzioni tecnologiche.

“Le proposte in concorso illustrano in maniera impressionante come semplici soluzioni tecnologiche possano migliorare nettamente le condizioni di vita. Permettono, infatti, di avere l’accesso all’acqua, all’energia, alla salute, all’educazione e alla comunicazione in modo semplice ed economicamente efficiente. Danno inoltre la possibilità di creare piccole imprese, nuovi modi di generare reddito e di migliorare la vita quotidiana” spiega Rolf Huber, Managing Director di Fondazione Siemens “Supporteremo lo sviluppo delle soluzioni vincitrici e speriamo che partner di tutto il mondo si uniscano a noi in questa iniziativa”.

Fondazione Siemens allestirà inoltre una banca dati che raccoglierà tutte le soluzioni tecnologiche selezionate dagli esperti. In questo modo gli interessati, così come i potenziali investitori, potranno ricevere ulteriori informazioni sulle applicazioni.

Continua Rolf Huber “Siamo convinti che la trasparenza, la collaborazione tra i partner e il trasferimento delle conoscenze siano i requisiti fondamentali per un efficace miglioramento delle condizioni di vita. Con il lancio di questo premio, abbiamo potuto realizzare una rete, che collega le persone interessate di tutto il mondo agli attori della cooperazione, allo scopo di formare una comunità attiva”.

I primi tre vincitori riceveranno durante la cerimonia di Nairobi rispettivamente 50.000, 30.000 e 20.000 euro. Gli altri 20 finalisti invece riceveranno 5.000 euro ciascuno.

// //

Nel corso della cerimonia di premiazione dell’Empowering People Award si svolgerà un workshop a cura di Social Impact Development Group, un’iniziativa di Fondazione Siemens e Ashoka.

Sarà l’occasione per i partecipanti di discutere le loro invenzioni con imprenditori sociali, arricchendo così il proprio approccio di business e metodo di lavoro.

Infine, è anche possibile partecipare direttamente votando per i progetti selezionati – di cui mettiamo una breve descrizone qui di seguito – in modo da assegnare uno speciale premio della community: il vincitore del contest online riceverà attrezzature tecniche a scelta del valore di 3.000 euro utili per il suo progetto.

BioGas Backpack: contenitore di biogas portatile. Lo zaino è particolarmente adatto per il trasporto di biogas, per esempio, dall’impianto di produzione direttamente alle famiglie che ne necessitano o per scopi commerciali. Lo zaino è costituito da un palloncino con strati interni di materiale a tenuta di gas e si riempie mediante una semplice equalizzazione della pressione. Lo zaino attualmente costa 12,25 euro.

ElectroChemical Arsenic Remediation (ECAR): depurazione delle acque. Un processo di elettrolisi permette di estrarre arsenico tossico dall’acqua potabile. Questo processo converte l’arsenico in ioni di arsenico che possono essere filtrati dall’acqua. Il fabbisogno energetico è di circa 0,05 kWh per metro cubo di acqua.

Eliodomestico: distillazione dell’acqua con energia solare. Sviluppato per il fabbisogno idrico delle famiglie, il distillatore dell’acqua permette di purificare l’acqua salmastra e salata. Tutte le parti del distillatore possono essere prodotte a mano con argilla e metallo; non sono necessari filtri. Il costo del prototipo è di circa 75 dollari.

Fish Farm: coltura di pesci micro-intensiva per la sicurezza alimentare. Un sistema lungo 12 metri, che contiene serbatoi, filtri e pompe necessarie all’allevamento dei pesci, può produrre fino a quattro tonnellate di pesce all’anno. Sistema economico, mobile e poco ingombrante.

Jompy Water Boiler: tutto in un unico sistema; efficienza energetica durante la cottura e disinfezione dell’acqua. Il depuratore dell’acqua permette di riscaldare l’acqua durante la cottura. La temperatura raggiunta distrugge il 98% dei germi nocivi. Il costo del prodotto, 30 dollari, permette di risparmiare in gas.

Leveraged freedom chair: la carrozzina fuoristrada. Composta da pezzi di biciclette, con una sedia a rotelle azionata da leve. L’utente può raggiunge un rapporto di trasmissione di 3:01 muovendo semplicemente le leve.

MakaPads: gli assorbenti sanitari che aiutano le donne e creano posti di lavoro. Prodotti con fibre di papiro, carta e acqua, non hanno quasi bisogno di energia elettrica. Il calore del sole, infatti, permette di essiccare, levigare e comprimere meccanicamente. Gli assorbenti costano il 75% in meno rispetto ai normali assorbenti igienici e biodegradabili al 100%.

Mapeo de Napas con Georadar – Soil Research: georadar che identifica una falda acquifera. Il terreno (l’acqua, il sale, la pietra) viene esaminato tramite onde elettromagnetiche e attraverso un dispositivo di registrazione digitale a una profondità di 4-10 metri. Il sistema aiuta a salvaguardare i raccolti tramite la diretta consultazione delle acque sotterranee.

Mobile Solar Cellphone Charger: stazione di ricarica del cellulare. Moduli solari pieghevoli (da 20 watt) costruiti con una batteria al litio e una unità di ricarica. Possono essere utilizzati dagli utenti di telefonia mobile che non hanno accesso all’elettricità; è possibile crearne un franchising.

OneDollarGlasses: occhiali a meno di un dollaro, accessibili anche alle persone povere e con disabilità visive. Costituiti da un filo di acciaio dalla molla leggera ma estremamente robusta, e da due lenti in plastica infrangibili. I telai sono fabbricati con un dispositivo di piegatura appositamente progettato a questo scopo.

OpenIR – Democratizing Infrared Satellite Data: applicazione web per i dati satellitari a infrarossi. I geo-dati vengono preparati e resi disponibili sotto forma di mappe in modo tale che risultino uguali per tutti. In questo modo si può stabilire, per esempio, quali siano le aree a rischio di alluvione o creare dei piani di utilizzo del territorio.

Pee Poo: sacchetti igienici monouso. Il sacchetto contiene urea per rendere innocui gli agenti patogeni; è facile da usare, fornisce un contributo all’igiene e aiuta a mantenere pulito. Ogni sacchetto, biodegradabile, costa circa 0,04 euro.

Permafunnel: una piccola ma utile invenzione per pompe a mano. Costituito da plastica per alimenti, l’imbuto può essere installato durante la produzione di pompe o retrofit. Impedisce lo spreco di acqua potabile, spesso fino al 30%, e la contaminazione dovuta a imbuti esterni antigienici. Il costo è di circa 10 dollari.

ReMotion Knee: policentrica protesi del ginocchio su base polimerica. Progettato per i paesi in via di sviluppo, la protesi rende possibile il lavoro nei campi nelle tradizionali posizioni: inginocchiati o accovacciati. È adatto per la produzione di massa e il suo prezzo è di 80 dollari, il 10% di quello di una normale protesi.

River Ice: sistema di raffreddamento con acqua corrente. Una turbina nel fiume è collegata direttamente a un refrigeratore all’aperto il quale raffredda sacchi di polietilene. I sacchi vengono riempiti con acqua filtrata che si congela per poi essere utilizzata per conservare pesce o farmaci. I costi si riducono di circa il 33% rispetto ai metodi convenzionali.

ROTOR – Swimming Power Plant: l’energia cinetica dell’acqua corrente alimenta un convertitore di energia elettromeccanica che produce energia elettrica, rendendola sempre disponibile, anche senza necessità di stoccaggio. Il design è semplice e si avvale di materiali universalmente disponibili, il tutto per mantenere bassi i costi.

Score-Stove: produzione di energia durante la cottura. La stufa viene alimentata con legno e biomassa e il flusso d’aria calda viene convertito in vibrazioni acustiche utilizzando tubi termoacustici. Un generatore lineare converte queste vibrazioni in energia elettrica. Non vengono infine generati fumi tossici durante la cottura.

SimGas Gesi-Shamba rural biogas digester: sistema per la produzione di biogas pronto all’uso. Fatto di polietilene (HDPE), il sistema è economico, mobile e di dimensioni variabili. Adatto per famiglie residenti in regioni remote ha lo scopo di convertire i rifiuti organici in biogas, che poi può essere utilizzato per la cottura.

SMSGYAN – Information & Communication: informazioni basate su Internet e inviate tramite SMS. I possessori di telefoni cellulari che non hanno accesso a Internet inviano le proprie richieste di informazioni via SMS a un numero centrale. Il sistema verifica la disponibilità dell’informazione richiesta sulla rete Web e ne restituisce i risultati via SMS. Ciascuna richiesta costa 1 centesimo di euro; la tariffa mensile è di 0,30 euro.

Riflettori solari (Scheffler): cucinare con l’energia solare. Uno specchio parabolico ruota, tramite un motore controllato da sensori, attorno a un asse che è parallelo all’asse terrestre, in sincronia quindi con il sole. La luce prodotta raggiunge temperature fino a 1000°C e può essere utilizzata per alimentare stufe e forni di panetterie o piccoli ristoranti.

Solarkiosk: energia elettrica per le regioni periferiche. Il sistema chiosco configurabile singolarmente e modulare è facilmente trasportabile perché in alluminio leggero e costituito da un pannello solare (1 kWp). I chioschi vengono eretti nelle località in cui è necessaria l’energia elettrica per caricare batterie o per ascoltare radio e TV. Possono essere creati ulteriori chioschi per parrucchieri, banche o negozi di telecomunicazioni.

Sun Saluter – Solar Tracking e Water Filtration: inseguire il sole tramite piccoli pannelli. La rotazione è ottenuta modificando i pesi sui lati del pannello; e questo è ottenuto con il sistema della goccia d’acqua. L’acqua viene inoltre purificata attraverso un filtro a sabbia. In questo modo si ottiene fino al 40% in più di energia rispetto ai pannelli statici.

Thermpod Infant Warmer: incubatrice alternativa. Per impedire che bambini prematuri rischino la morte per ipotermia qualora un incubatore non sia disponibile, è stato progettato una sorta di sacco a pelo. Grazie ai pad termici, che possono essere riutilizzati fino a 50 volte, la temperatura richiesta si mantiene per circa sei ore.

Condividi: