Home News Sistemi di Accumulo: serve una rapida definizione del quadro normativo

Sistemi di Accumulo: serve una rapida definizione del quadro normativo

pubblicato il: - ultima modifica: 7 Agosto 2020
sostenibilità e green planner news
Foto di anncapictures da Pixabay

sistemi-di-accumuloSecondo ANIE Energia la nota pubblicata dal GSE in data 20.09.2013, avente per oggetto Impianti incentivati dal GSE: interventi di modifica della configurazione impiantistica mediante installazione di sistemi di accumulo, evidenzia come sia ormai quanto mai necessario e urgente il completamento del processo di normazione tecnica e regolazione delle modalità di connessione alla rete dei sistemi di accumulo per l’ottimizzazione dell’energia autoprodotta dagli impianti a fonte rinnovabile in bassa e media tensione.

// //

Secondo Nicola Cosciani, Presidente Gruppo Sistemi di Accumulo, ANIE Energia, infatti è evidente che c’è un forte interesse da parte degli operatori di mercato a installare i sistemi di accumulo nell’ambito degli impianti FER per migliorare l’autoconsumo e, quindi, ridurre i costi dell’energia elettrica.

“Auspichiamo” afferma Cosciani “una rapida e positiva conclusione del processo di istruttoria tecnica volta ad accogliere nelle vigenti norme CEI 0-16 e 0-21 le disposizioni idonee ad abilitare l’integrazione dei sistemi di accumulo elettrochimico negli schemi di impianto ammissibili per la connessione delle fonti rinnovabili, incentivate e non, alla rete elettrica. Sarà poi necessario un rapido intervento regolatorio dell’AEEG a valle dell’emanazione delle varianti di norme CEI 0-16 e CEI 0-21”.

Condividi: