Home Eventi MADE expo riflettori su riqualificazione e manutenzione del territorio

MADE expo riflettori su riqualificazione e manutenzione del territorio

pubblicato il: - ultima modifica: 6 Agosto 2020
sostenibilità e green planner news
Foto di anncapictures da Pixabay

made-expo-2013Rilanciare il settore costruzioni significa far ripartire il Paese: MADE expo riparte da temi cruciali come la riqualificazione urbana, la tutela e la manutenzione del territorio e delle infrastrutture, la prevenzione antisismica e il risparmio energetico toccando una fitta rete di elementi fondamentali per il rilancio economico.

È questo il cuore dell’edizione che dal 2 al 5 ottobre si svolgerà a Fiera Milano Rho rinnovandosi e puntando tutto su specializzazione e un ampio respiro internazionale. Priorità: far ripartire il mercato delle costruzioni.

// //

In questo momento è chiara la centralità dell’edilizia e delle misure per far ripartire un settore strategico, da troppo tempo bloccato dal clima di incertezza, dai mancati pagamenti e da un sistema economico e burocratico che non facilita gli investimenti.

Tra le priorità del settore c’è la necessità di accelerare le grandi opere cantierate e cantierabili, avviare un piano di manutenzione scuole, prorogare gli incentivi per il risparmio energetico, allargandoli anche alla prevenzione sismica, e infine tradurre in legge l’accordo Abi-ANCE per il rilancio dei mutui casa, creando così un nuovo patto tra mondo dell’impresa e del credito che a MADE expo si è già concretizzato con un prodotto finanziario unico dedicato da Unicredit alle aziende espositrici.

In particolare il tema dei bonus per il risparmio energetico e per le ristrutturazioni, oltre ovviamente a mettere in primo piano la questione drammatica della sicurezza, rappresenta un’occasione per riqualificare il patrimonio edilizio e dare nuovo vigore al mercato interno, facendo leva non su contributi statali diretti, ma su un sistema di incentivi e di defiscalizzazione per muovere gli investimenti.

“Le priorità del sistema costruzioni trovano in MADE expo una piattaforma ideale di dialogo, proposte e soluzioni per tutta la filiera, partendo proprio dalla specificità di ciascun comparto e dal contributo essenziale a tutto il sistema edilizio” afferma Giovanni De Ponti, Amministratore Delegato MADE expo “Secondo i dati ANCE, il settore costruzioni dall’inizio della crisi ha perso 550mila addetti considerando l’indotto, numeri davanti ai quali è necessario reagire dando ossigeno alle imprese perché investano su qualità, innovazione e riqualificazione. Le aziende scelgono MADE expo per guardare al futuro ed essere protagoniste nel contesto di una manifestazione leader internazionale”.

Nel 2012 gli investimenti in costruzioni secondo ANCE registrano una flessione del 7,6% in termini reali, che risulta addirittura superiore di quella rilevata nel 2011 (-5,3%) e anche peggiore rispetto alle prime stime che si erano attestate, nel giugno scorso, a un decremento del 6,0%; nel 2013 proseguirà la fase di caduta con una riduzione degli investimenti in costruzioni che si stima del 3,8% in termini reali rispetto al 2012.

// //

Questi dati denunciano l’assoluta priorità di mettere a fuoco in tempi brevi misure efficaci per il settore, che hanno però bisogno contestualmente di risorse certe. Nondimeno è importante che si focalizzi una strategia di medio termine perché possa dare agli operatori un quadro di riferimento stabile e possa effettivamente tradursi con effetti significativi sull’economia reale.

In Europa, alcuni paesi come Francia e Germania stanno sperimentando mirate politiche economiche settoriali che hanno determinando una seppure debole crescita degli investimenti in abitazioni.

MADE expo, che ha ottenuto il patrocinio di Regione Lombardia e del Comune di Milano, si svolge dal 2 a 5 ottobre 2013 a Fiera Milano Rho, con i sei saloni specializzati: costruzioni e cantiere, involucro e serramenti, finiture e interni, energia e impianti, software e hardware, città e paesaggio.

Una grande piattaforma di business con momenti dedicati all’approfondimento e tanti servizi dedicati agli operatori del settore, tra cui gli accordi speciali con Trenitalia e Alitalia.

Condividi: