Home Risparmio energetico Prezzi del gas, giù le tariffe con il nuovo metodo di calcolo

Prezzi del gas, giù le tariffe con il nuovo metodo di calcolo

pubblicato il: - ultima modifica: 6 Agosto 2020
tariffe gas e metano

tariffe-gas-metanoI prezzi del gas in questo mese saranno come quelli del 2011, con un netto calo rispetto alle normali tariffe. Merito del nuovo metodo di calcolo.

In previsione della stagione fredda, sempre più consumatori iniziano a preoccuparsi di quando i riscaldamenti accesi comporteranno aumenti vertiginosi alle loro bollette.

Il modo migliore per risparmiare sulla fornitura di gas, così come per quella dell’energia elettrica, consiste sempre nello scegliere un contratto vantaggioso.

Per prima cosa occorre confrontare meticolosamente le varie offerte presenti sul mercato, prendendo nota per ciascuna di costi e condizioni del servizio.

Solo dopo aver vagliato tutte le offerte presenti sul mercato saremo in grado di trovare una tariffa conveniente per la fornitura di gas riscaldamento, compiendo così una scelta davvero consapevole e oculata.

Ulteriori buone notizie sono in arrivo per i consumatori italiani: in questo mese infatti la bolletta del gas metano costerà meno. Questo è dovuto al nuovo calcolo del consumo voluto dall’Aeeg, Autorità per l’energia elettrica e il gas, che ora si baserà sulla stagionalità. A partire dal primo di ottobre i prezzi delle nostre bollette Edison, Enel e tutte le altre compagnie, sono ritornati a essere quelli del 2011. Il calo dei prezzi consentirà a 16 milioni di italiani di risparmiare circa 90 euro, che oggi non sono certo poca cosa.

Il calo però non sarà continuo: basandosi infatti sulla stagionalità la bolletta scenderà in estate, ma ritornerà a salita in inverno con il freddo. Secondo l’Aeeg si tratta di variazioni non enormi, dell’ordine di un punto percentuale. L’andamento dei prezzi andrà confrontato, a livello tendenziale, con lo stesso trimestre dell’anno precedente e non con i tre mesi precedenti. Sembrerà paradossale, ma per abbassare i prezzi ai consumatori era necessario rendere più favorevoli le condizioni dell’approvvigionamento all’ingrosso per gli operatori.

“Si tratta di mandare in pensione la vecchia componente QE che ci ha accompagnato per almeno un decennio” ha affermato Guido Bortoni, Presidente dell’Authority “ma va in pensione un ferro vecchio perché il contesto del mercato del gas è cambiato in maniera importante. Il nostro approccio è stato sanamente contrario a quello di partire dai prezzi al dettaglio e siamo partiti dalla riforma concorrenziale dei mercati all’ingrosso per trasferire benefici sui prezzi al dettaglio. Un approccio che, stando ai dati, ha pagato; ne è valsa la pena di incamminarci in questa riforma”.

Condividi: