Home Imprese Sostenibili Lecce promuove la mobilità elettrica con un accordo con Enel

Lecce promuove la mobilità elettrica con un accordo con Enel

pubblicato il: - ultima modifica: 8 Agosto 2020
sostenibilità e green planner news
Foto di anncapictures da Pixabay

auto-elettriche-lecceAnche a Lecce, tra non molto tempo, la mobilità elettrica potrà diventare una realtà: il Comune ha infatti siglato con Enel un protocollo di intesa per rendere operative i città, entro dicembre, 5 colonnine di ricarica per le auto elettriche.

Il protocollo diintesa è stato sottoscritto oggi tra il sindaco, Paolo Perrone e il direttore della divisione Infrastrutture e Reti di Enel, Livio Gallo. Presenti anche l’assessore all’Innovazione tecnologica Alessandro Delli Noci e il dirigente del settore Politiche comunitarie e Smart City, Raffaele Parlangeli.

// //

Nelle prossime settimane si deciderà dove collocare le colonnine che consentono di ricaricare l’auto e di percorrere circa 150 chilometri con una spesa di soli 5 euro. Si penserà anche a quali mezzi di promozione utilizzare per incentivare i cittadini all’uso di questo mezzo di trasposto a impatto zero sull’ambiente.

La scelta più probabile potrebbe essere quella del car sharing. Così, finalmente, l’uso delle auto elettriche diventerà realtà in una città dove già queste auto possono circolare liberamente anche nelle zone a traffico limitato e parcheggiare sulle strisce blu a costo zero.

“Abbiamo l’obbligo, come amministratori” ha affermatoil sindaco Perrone “di migliorare la qualità della vita dei nostri concittadini e dei turisti. Questo protocollo ci aiuta a far in modo che Lecce sia sempre al passo con i tempi e ci accorgiamo che gli obiettivi di Lecce coincidono con quelli di una grande azienda come Enel, che mira alla crescita civile e sociale della comunità. Non e una collaborazione nuova, ma spero continui anche in futuro”.

Soddisfatte anchje le parole di Livio Gallo “Questo progetto è un modello per altri comuni italiani: le colonnine consentono infatti, attraverso un contatore elettrico, di riconoscere le auto e inviare la richiesta di pagamento dove vuole l’utente. Abbiamo voluto portarle a Lecce, meta sempre più ambita di turisti nazionali e internazionali”.

La presentazione del progetto si è conclusa con un corteo di macchine elettriche con a bordo sindaco, assessori e dirigenti Enel.

Condividi: