Home News Gruppo di cogenerazione con motore MWM per biogas da FORSU

Gruppo di cogenerazione con motore MWM per biogas da FORSU

pubblicato il: - ultima modifica: 6 Agosto 2020
energia da biogas

biogasIntergen, divisione energia del Gruppo IML, ha realizzato il gruppo di cogenerazione dell’impianto biologico a tecnologia anaerobica di ALAN, azienda specializzata nella fornitura e nella gestione di servizi di smaltimento di rifiuti.

La realizzazione, considerata una delle strutture di riferimento per il territorio, genera energia pulita utile alla zona circostante e contribuisce concretamente allo sviluppo della green economy.

L’impianto, situato a Zinasco, in provincia di Pavia, è in servizio da luglio 2012 e garantisce alte performance, potenza e rispetto per l’ambiente. Esso è in grado di ricevere un quantitativo di FORSU e di rifiuti provenienti dalla raccolta differenziata per 25.000 tonnellate l’anno, producendo energia pari a 1 MW l’ora.

Il gruppo di cogenerazione realizzato da Intergen è equipaggiato con un motore endotermico MWM a ciclo 8 da 999 kWe. MWM è tra i brand motoristici più rinomati e performanti al mondo, ed Intergen ne è Sole Distributor per l’Italia dal 1987.

// //

Le alte prestazioni del motore consentono all’impianto di produrre in contemporanea da fonte di tipo rinnovabile energia elettrica e termica: la prima viene immessa direttamente in rete; la seconda viene utilizzata per depurare e scaricare in maniera pulita e sicura le acque nell’ambiente.

Inoltre, grazie a una ottimizzazione del processo di combustione si è ottenuto un risparmio del consumo di gas fino al 15 per cento l’anno, e una conseguente riduzione del numero di interventi manutentivi.

L’impianto di digestione anaerobica è progettato e dimensionato per ricevere anche eventuali quantitativi di biomasse, frazionandoli 7 giorni su 7 per 365 giorni l’anno, consentendo una produzione di biogas tale da alimentare la sezione di cogenerazione a pieno carico. Il funzionamento a regime del gruppo di cogenerazione è superiore alle 8.000 h l’anno.

I vantaggi della realizzazione sono quantificabili in termini di maggior efficienza dell’impianto, minori costi energetici, produzione di energia elettrica da fonti di tipo rinnovabile (energia pulita), riduzione dei rifiuti in discarica, di emissioni di CO2 e dei gas effetto serra.

Condividi: