Home News Graffless, ecoprodotto che pulisce e protegge i muri contro i graffiti

Graffless, ecoprodotto che pulisce e protegge i muri contro i graffiti

pubblicato il: - ultima modifica: 7 Agosto 2020
sostenibilità e green planner news
Foto di anncapictures da Pixabay

graffless-graffiti-murariSaranno presentati a Ecomondo Graffless e Graffless Keepclean, due detergenti a impatto ridotto per eliminare i graffiti dai muri e proteggere le pareti da nuovi tentativi di imbrattamento.

Graffless è un gel detergente che agisce sulla vernice, permettendone la rimozione in modo semplice e abbattendo i costi di pulizia, mentre Graffless Keepclean crea una barriera protettiva a base di polimeri organici che impedisce nuove scritte, evitando l’uso di solventi chimici per la manutenzione delle superfici.

Ecomondo, evento dedicato allo sviluppo sostenibile che si svolgerà dal 6 al 9 novembre alla Fiera di Rimini, sarà il palcoscenico scelto da Airbank per presentare i due prodotti a ridotto impatto ambientale che permettono di pulire e proteggere i muri dalle scritte fatte con le bombolette spray.

// //

Presso lo stand 154 del Padiglione C1, sarà possibile vedere all’opera Graffless, un gel basato su una tecnologia sostenibile per pulire i muri da scritte a vernice spray, che permette di abbattere considerevolmente i costi e i tempi di pulizia, e Graffless Keepclean, sostanzialmente una barriera protettiva a base di polimeri organici per difendere le superfici da oli e graffiti a vernice.

Questo colma i pori delle superfici trattate creando un film protettivo invisibile, senza impedirne la traspirabilità ma creando una difesa repellente agli oli, all’acqua e, soprattutto, ai graffiti.

“Le scritte sui muri sono un grande problema sia per i proprietari degli edifici che in generale per la città che è spesso sporcata senza ritegno” ha dichiarato Gloria Mazzoni, General Manager di Airbank “Le nostre soluzioni sono state pensate per operare in modo sostenibile, veloce ed economico eliminando dai muri i graffiti e successivamente creando i presupposti perché non ci sia più la possibilità di sporcare abitazioni ed edifici pubblici”.

Condividi: