Home Risparmio energetico Impianti fotovoltaici, i più efficienti sono nel Sud Italia

Impianti fotovoltaici, i più efficienti sono nel Sud Italia

pubblicato il: - ultima modifica: 6 Agosto 2020

impianti-fotovoltaiciGli impianti fotovoltaici più efficienti sono nel sud Italia: Brindisi, Trapani e Lecce i migliori. Al nord bene Ravenna, mentre la città ultima in classifica è Genova.

Avete mai pensato di installare sul vostro tetto un impianto fotovoltaico per lo sfruttamento dell’energia solare?

Per fortuna è un’opera a cui sempre più persone pensano per produrre autonomamente energia elettrica pulita e risparmiare sulle tariffe di energia.

Per selezionare velocemente le migliori offerte per la fornitura elettrica è possibile mettere Edison e i suoi prodotti a confronto con Enel, Eni ed altri gestori del settore energetico.

Scegliere l’autoconsumo ai fini del risparmio energetico costituisce un’ottima opportunità per risparmiare sui costi in bolletta e adottare accorgimenti per implementare l’efficienza energetica delle abitazioni sta divenendo una prassi condivisa.

La società romana Convert Italia, da oltre trent’anni nel settore dell’energia, ha diffuso una ricerca sugli impianti fotovoltaici più efficienti d’Italia, calcolando il rapporto fra produzione di energia e potenza installata nelle regioni e nelle province italiane.

Le province italiane risultate le migliori per installare un impianto fotovoltaico sono tutte del centro sud con Brindisi, Trapani e Lecce al top della classifica. Le ragioni? Ovviamente le città del sud sono maggiormente esposte ai raggi solari, ma non le motivazioni di questo sviluppo non possono ridursi qui: dietro questo business c’è un preciso progetto economico e una spiccata sensibilità ambientale dei meridionali.

“L’Italia” ha commentato Giuseppe Moro, Presidente di Convert Italia “conta a oggi circa 500mila impianti fotovoltaici con oltre 16.420 MW installati. Questo ingente parco fotovoltaico, pari ad alcune decine di miliardi di euro di investimenti, avrà una durata variabile dai 10 ai 30 anni. Ciò significa che bisogna mantenere in efficienza negli anni tutti questi impianti. Un aspetto che rappresenta certamente una priorità, specie per quegli investitori (fondi o banche d’affari) che hanno impegnato risorse consistenti nell’acquisto o nella realizzazione di questi impianti con la prospettiva di poter raccogliere nel tempo i frutti della produzione energetica. È importante, perciò, che la gestione di questi parchi sia affidata a chi ha le competenze e le conoscenze tecniche necessarie”.

Nella classifica dei migliori impianti di fotovoltaico, dopo Brindisi (1.477 MW di produzione media per impianto), Trapani (1464 MW) e Lecce (1455 MW) che occupano il podio, troviamo: Ragusa e Viterbo (entrambe 1450 MW), Siracusa (1432 MW) e Taranto (1427 MW).

A seguire le province pugliesi Barletta-Andria-Trani e Foggia e a chiudere la classifica delle prime dieci Agrigento. Fra le province del nord, la prima compare al 17esimo posto ed è Ravenna; l’ultima posizione invece è occupata da Genova con soli 800 MW di produzione media, nonostante una buona posizione geografica.

Il futuro quindi sembra roseo per il fotovoltaico e l’energia solare, ma servono costanti investimenti e sviluppo tecnologico.

“La piena efficienza e produttività di un parco fotovoltaico” dice Giuseppe Moro “può essere incrementata utilizzando alcuni strumenti. La ricerca ci ha permesso di sviluppare per esempio un kit (il Trj TK) applicabile agli impianti fotovoltaici che permette di movimentare i pannelli, seguire attraverso un GPS l’esatta posizione del sole e incrementare la resa energetica del 25%”.

Condividi: