Home Eventi Riprenditi la città, riprendi la luce, concorso video per i giovani

Riprenditi la città, riprendi la luce, concorso video per i giovani

pubblicato il: - ultima modifica: 8 Agosto 2020

concorso-riprenditi-la-cittaÈ stata presentata alla Triennale di Milano la prima edizione del concorso video nazionale Riprenditi la città, Riprendi la luce rassegna di cortometraggi organizzata e promossa da AIDI, Associazione Italiana di Illuminazione, in collaborazione con la Fondazione Triennale.

Il concorso è rivolto ai giovani under 30 che possono inviare un breve filmato di 60 secondi, realizzato con qualsiasi strumento tecnologico (video camere, smartphone e tablet), su come vedono l’elemento della luce nella città in tre ambienti tematici diversi: i luoghi della cultura, del movimento e del tempo libero.

L’iniziativa ha come tema principale lo spazio urbano notturno con protagonista la luce e si propone di far emergere il rapporto dei giovani con la propria città dove vivono, studiano o lavorano, rendendoli più consapevoli dell’importanza che l’illuminazione riveste nella vita di tutti i giorni.

// //

Il concorso chiede ai tanti giovani videomaker, sempre più appassionati di questi mezzi, di rappresentare la luce nella sua quotidianità di spazio/tempo attraverso il loro sguardo attento e la loro sensibilità.

I luoghi della cultura, del movimento e del tempo libero saranno il palcoscenico delle loro riprese video, i loro fondali illuminati, le scenografie colorate attraverso cui i giovani potranno narrare le loro città, le loro piazze, i loro punti di ritrovo, di svago, di incontro, di lavoro o quello che li sorprende o che non comprendono.

Quello che ammirano e non ammirano.

Uno sguardo giovane che attraverso tanti 60 secondi di altri sguardi, potrà restituirci non solo il valore della luce nella nostra quotidianità, ma costruire un nuovo e più attuale palinsesto dei loro sogni e speranze, dell’immagine delle nostre città e, soprattutto, di quello che i loro occhi guardano e ci comunicano.

// <![CDATA[
(function() {
if (document.readyState === 'complete') return;
if (typeof EbuzzingCurrentAsyncId === 'undefined') window.EbuzzingCurrentAsyncId = 0;
else EbuzzingCurrentAsyncId++;
var containerId = 'EbuzzingVideoContainer' + EbuzzingCurrentAsyncId;
document.write('’);
var params = {“size”:4}; eval(‘window.EbuzzingScriptParams_’ + containerId + ‘ = params;’);
var s = document.createElement(‘script’);
s.async = true; s.defer = true;
s.src = ‘//crunch.ebuzzing.com/feed_channel66607.js?target=’ + containerId;
var x = document.getElementsByTagName(‘script’)[0];
x.parentNode.insertBefore(s, x);
})();
// ]]>

Proprio per il valore e l’importanza delle tematiche coinvolte, i giovani, le città e la luce, l’iniziativa ha incontrato un grande consenso da parte delle Istituzioni e di prestigiose Università e Centri di formazione per i quali rappresenta un’importante opportunità per capire e valutare meglio il rapporto tra i giovani e le città attraverso una chiave di lettura diversa come la luce.

In particolare hanno dato il loro patrocinio il Ministero dello Sviluppo Economico, l’ANCI, l’ENEA, il Museo del Cinema, il Consiglio Nazionale degli Architetti pianificatori, paesaggisti e conservatori, i Comuni di Milano, e Venezia, il Politecnico di Milano, il Politecnico di Torino, l’Accademia di Brera e lo IED.

Il concorso è stato organizzato grazie al contributo economico di sei aziende leader che operano nel campo dell’illuminazione: Cariboni Group, Clay Paky, Enel Sole, Gemmo, iGuzzini e Performance in Lighting, tutte consapevoli di quanto sia strategico realizzare strumenti capaci di creare e diffondere la cultura della luce partendo soprattutto dai giovani.

“Ringrazio gli sponsor e i partner del concorso” spiega Gianni Drisaldi, presidente di AIDI, associazione culturale no-profit nata nel 1958 “perché questa iniziativa rientra fra i nostri obiettivi più importanti, fra i quali quello di contribuire in modo significativo alla diffusione della cultura della luce, al fine di migliorare la qualità della nostra vita senza trascurare il tema del risparmio energetico oggi a tutti molto caro.

Illuminiamo meglio e consumiamo di meno è il messaggio che stiamo cercando di veicolare anche attraverso molte delle nostre iniziative, soprattutto per evitare che di questo tema si parli in modo troppo superficiale così come purtroppo spesso avviene nel nostro Paese. Con il concorso abbiamo voluto predisporre uno strumento di comunicazione immediato, capace di raggiungere i giovani in modo empatico, stando molto attenti anche al valore dei contenuti che saranno veicolati principalmente dalle Università e dai Centri di Formazione che hanno accettato con entusiasmo di collaborare al progetto e di promuoverlo all’interno delle loro sedi, arricchendolo anche con premi che prevedono percorsi di formazione culturale”.

La partecipazione al concorso è gratuita e avviene inviando i video al sito dedicato al concorso fino alla scadenza prevista per il 14 febbraio 2014.

I filmati, che saranno valutati da una giuria formata da esponenti del mondo dello spettacolo e della cultura, saranno premiati il 26 marzo nel Teatro La Fenice di Venezia.

// //

La giuria sarà composta da Arturo Dell’Acqua Bellavitis, Preside della Facoltà di Design del Politecnico di Milano e Direttore del Design Museum della Triennale, Margherita Suss, Lighting Designer e responsabile del concorso per AIDI, Franco Marrocco, direttore dell’Accademia delle Belle Arti di Milano, Gaetano Capizzi direttore del Festival CinemAmbiente di Torino, Maurizio Melis, giornalista di Radio 24, Paolo Castagna, scenografo e regista teatrale, Aldo Solbiati, direttore della fotografia per La7.

I premi saranno suddivisi in tre categorie: uno per ciascuna sezione tematica del concorso con un contributo in denaro che prevede 1.200€ e la possibilità di un percorso formativo e culturale come stage offerto dagli sponsor e dalle Università/Istituti formazione partner del concorso.

Inoltre è stato istituito un quarto premio di 1.000€ che sarà assegnato al video più votato online.

I filmati che verranno resi disponibili sul sito con la priorità stabilita dalla data di arrivo, potranno essere votati sul sito fino al 14 marzo 2014.

In particolare IED mette in palio per i vincitori una serie di borse di studio per accedere a percorsi formativi in tematiche inerenti il mondo della luce, delle arti grafiche e visive, quali il Corso di Aggiornamento e Specializzazione Progettare la Luce, il Corso Triennale di Video Design e quello di Arti visive multimediali, il Corso Biennale di Grafica – Digital, Video&Web Design e il Master in Interior Design.

Condividi: