Home News Eventi a basso impatto, prosegue il percorso di YouToBeGreen

Eventi a basso impatto, prosegue il percorso di YouToBeGreen

pubblicato il: - ultima modifica: 5 Agosto 2020

eventi-basso-impattoI saluti iniziali di MPI in diretta dall’EIBTM di Barcellona hanno aperto la seconda edizione di YouToBeGreen, tenutosi il 19 novembre nelle location di Roma (SGM Conference Center), Rimini (ExpoArea) e online.

In realtà si è trattato di un vero e proprio evento diffuso con ospiti e relatori presenti non solo nelle due location ma collegati da varie zone d’Italia, da Milano a Bologna, fino a Perugia e alla Sardegna (nonostante le difficoltà logistiche della zona) e addirittura dalla Spagna.

Una lunga sessione completamente in diretta web, spezzata per pochi minuti solo dalla pausa pranzo, ha affrontato a tutto tondo lo scenario degli eventi a basso impatto, presentando esempi e best practice che hanno avuto il merito di affrontare in modo diretto e inequivocabile l’argomento.

La mattinata è vissuta all’insegna delle tematiche legate alle location sostenibili e agli arredamenti per eventi realizzati con materiali di recupero. Lo spazio riminese di ExpoArea e la competenza di EcoArea, partner dell’evento, della Planet Life Economy Foundation (PLEF) e di esperti in materia, hanno permesso di focalizzare la discussione su questi aspetti, considerati come la soluzione più idonea e sostenibile nell’organizzazione di un evento reale, in modo complementare e non antitetico rispetto alla creazione di un evento più basato su meccanismi virtuali (di cui YouToBeGreen è stato l’esempio diretto).

// //

In chiusura di prima parte si è aperta la sezione webinar, con la presentazione dell’Event Management Campus, una sfida verso una formazione innovativa e sul campo nel settore degli eventi. Il Campus infatti, grazie alla collaborazione con ISIPM (Istituto Italiano di Project Management), darà agli studenti le conoscenze degli strumenti del project management e permetterà il conseguimento della Certificazione Base ISIPM.

Alla fine del percorso biennale poi, i partecipanti potranno accedere all’iscrizione nel registro professionale ai sensi della legge 4 del Gennaio 2013, diventando di fatto Event Project Manager, un Project Manager specializzato in eventi.

La sessione pomeridiana è stata invece caratterizzata da una sfilata di best practice caratterizzanti tutto lo spettro degli eventi a basso impatto: la promozione innovativa, non convenzionale e green per eventi di Party Round Green; il ruolo del carpooling come esempio di mobilità green negli eventi tramite l’esperienza di BringMe Carpooling & Autostop; l’esperienza dei concerti sostenibili di Edison Change the Music e i nuovi progetti per le startup di Edison; la scelta a basso impatto dell’edizione 2013 di Eurochocolate.

L’ultima parte dell’evento è stata all’insegna dei catering sostenibili, con l’interessante corso tenuto da Maria Cristina Buffa (Il cesto delle meraviglie) sul mondo della ristorazione ecologica a tutto tondo, partendo dalla propria esperienza professionale di successo, e la tavola rotonda finale che ha affrontato il discorso dei catering sostenibili per eventi dalle cause che portano a fare questa scelta per arrivare ad un’analisi della domanda e dei trend del settore.

Condividi: