Home News Green Hotel: come misurare la qualità ecologica di un albergo

Green Hotel: come misurare la qualità ecologica di un albergo

città: Milano - pubblicato il:

green-hotel-lago-di-gardaIl turismo eco-sostenibile sta prendendo sempre più piede in Italia e anche in un periodo di profonda crisi quale quello che stiamo attraversando, i viaggi all’insegna del rispetto della natura sembrano sempre molto apprezzati.

La grande attenzione dei viaggiatori al rispetto della natura e degli ecosistemi ha portato alla rapida diffusione di strutture ricettive ecologiche, vale a dire alberghi, b&b o residence che si distinguono da quelle tradizionali proprio perché a misura dambiente.

Sempre più numerosi anche in Italia, i green hotel, ovvero gli alberghi eco-sostenibili, che dovrebbe rispettare una serie di caratteristiche; come si fa, quindi, a capire se una struttura è o meno green? Come detto la crescente domanda dei viaggiatori ha portato al rapido sviluppo di strutture verdi o presunte tali; in alcuni casi infatti, per esigenze di marketing e di business, alcuni alberghi si limitano ad adottare piccoli accorgimenti, spacciandosi poi per strutture completamente eco-compatibili.

Non sono infatti sufficienti soltanto poche e semplici modifiche a uina struttura ricettiva per far si che un albergo si guadagni la palma di eco-compatibilità, ma è indispensabile il rispetto di alcuni precisi criteri.

Per misurare la qualità ecologica di un albergo, autorevoli marchi ambientali come l’Ecolabel, hanno individuato una serie di parametri fondamentali, il cui rispetto è quindi imprescindibile.

Si parte dalla qualità del cibo che deve essere biologico e preferibilmente a chilometro zero; questo significa che i menù serviti devono essere costituiti soprattutto da alimenti di stagione e prodotti a livello locale.

Tutti gli ingredienti utilizzati devono essere a chilometro zero e sui menù questo punto deve essere adeguatamente chiarito.

Molto importante è anche la promozione dei piatti della cucina locale o regionale, il divieto di utilizzare OGM o prodotti da questi derivati e preferire l’uso di acqua minerale in vetro proveniente però solo da fonti ubicate nella stessa regione.

Fondamentali per guadagnare il requisito di green hotel sono poi i materiali di costruzione e di arredo e le tecniche architettoniche applicate all’edificio; un hotel ecosostenibile deve avere un buon livello di coibentazione termica con un consumo minore di 50 kWh/m2 all’anno, mentre le pitture, le finiture e gli arredi devo essere assolutamente naturali e quindi privi di sostanze nocive di origine chimica o tossica.

Prioritaria anche la scelta energetica che deve protendere per le fonti rinnovabili e quindi energia fotovoltaica, eolica e così via, mentre un edificio green che si rispetti non può non fare la raccolta differenziata che deve superare la soglia dell’80%.

Un green hotel si riconosce anche dalla sua facile raggiungibilità con i mezzi di trasporto, dall’uso di prodotti ecologici per la pulizia, dall’adozione di riduttori di flusso per l’acqua, dai sistemi di recupero e di riutilizzo delle acque meteoriche e dall’uso di lampadine a basso consumo energetico.

Ovviamente al di là di questi vi sono altri importanti requisiti secondari che contribuiscono a rendere un hotel eco-sostenibile, come per esempio l’eliminazione del monodose, le caldaie a rendimento superiore, l’uso di carta riciclata, la promozione di iniziative biologiche e così via.

Un’esperienza pratica con i green hotel, vissuta attraverso una testimonianza diretta: personalmente infatti sono sempre stata affascinata dal turismo ecologico in quanto ritengo che il rispetto dell’ambiente e dei luoghi che si visitano siano prioritari per conservare e preservare le bellezze della nostra Terra.

Non avevo però mai fatto un’esperienza in un albergo ecologico; cercando un po’ in Rete ho trovato alcuni nomi, relativamente a quelle strutture che in pratica hanno fatto del rispetto della natura il loro marchio distintivo.

Chiaramente nella mia scelta ha influito molto anche il luogo e siccome non avevo mai visitato quelle zone ho optato per il Lago di Garda, destinazione ideale anche per il periodo del mio viaggio. Raccolte le informazioni necessarie ho prenotato un magnifico hotel ecologico sul Lago di Garda utilizzando Expedia.

Ho scelto questa struttura per l’ubicazione e per il fatto di essere costruita interamente con materiali ecologici. L’albergo era magnifico non solo per la sua architettura e per il fatto di avere la sala da pranzo completamente ricoperta da pannelli fotovoltaici, proprio come se si trattasse di una serra, ma anche per la spa e per il ristorante dove venivano serviti solo menù a chilometri zero. Insomma una bella esperienza, di certo da ripetere.

Condividi: