Home News Rete Irene fa network per riqualificare le abitazioni lombarde

Rete Irene fa network per riqualificare le abitazioni lombarde

città: Milano - pubblicato il:

rete-irene-manuel-castoldiNon serve un pennello grande, ma un grande pennello. Così diceva una nota pubblicità di qualche tempo fa e a parlare di riqualificazione energetica con Manuel Castoldi di Rete Irene lo slogan viene alla mente.

Lui che ha fondato Colore dei Laghi, appartenente al Gruppo Ivas, e si è sempre occupato di cappotti e prodotti vernicianti, dopo qualche calcolo sulle potenzialità del mercato della riqualificazione nel settore residenziale ha fatto, insieme a un primo gruppo operativo di partner senza i quali nulla si sarebbe reso possibile, un passo successivo mettendo assieme altre 13 aziende del settore in modalità di rete di impresa.

Ne è nato il network Rete Irene, un gruppo di aziende pronte a servire condomini, ma anche Pubblica Amministrazione e il canale B2b del real estate interessati a riqualificare le proprietà. In tutto Castoldi parla di potenzialità di intervento pari a 26 miliardi di euro. Da notare: nella sola Lombardia.

Un bel giro d’affari che nello spaccato potrebbe, sempre secondo i dati elaborati da Castoldi su base Istat, ovvero sui 4 milioni e 620 mila appartamenti che compongono il patrimonio residenziale lombardo, dar lavoro a 13mila operai da cantiere per 400 milioni di salario e altri 300 milioni di euro di prodotti per l’industria. Un bel volano anti-crisi.

“In particolare” specifica Castoldi “più di 2 milioni di questi appartamenti non hanno mai fatto manutenzione straordinaria. E la classe media è la G per cui intervenire su ogni singolo alloggio significa un costo medio di 12/15mila euro”. I conti tornano.

Nasce su questi numeri il grande pennello: ora che il network Rete Irene mette assieme aziende che cubano un giro d’affari di 150 milioni di euro è più facile partecipare a bandi pubblici, lavorare su condomini di una certa entità, ma anche “sedere al tavolo delle banche. Eppure siamo gli stessi di prima” aggiunge con una nota di ironia l’imprenditore.

I primi mesi del network sono serviti per organizzare una piattaforma operativa e contrattuale. Ora il gruppo passa ai fatti. Come quello di seguire con un prodotto finanziario messo a punto da una banca un condominio che ha già deliberato i lavori di riqualificazione alle porte di Milano per un totale di 170 appartamenti. 170 famiglie che hanno inteso l’importanza di investire per risparmiare.

“Anche perché gli interventi” conclude Castoldi “sono risolutivi. Noi interveniamo sia sull’impiantistica che sulla struttura dell’edificio in maniera da allineare a tutto tondo l’efficienza energetica, offrendo un sistema integrato che possa garantire il committente in maniera reale e concreta”.

Condividi: