Home Imprese Sostenibili Un sondaggio online per migliorare la viabilità invernale

Un sondaggio online per migliorare la viabilità invernale

pubblicato il: - ultima modifica: 8 Agosto 2020

migliorare-viabilita-invernaleCosa ne pensate delle strade in inverno? A essere interessata al parere degli automobilisti è, con un sondaggio online, la Provincia autonoma di Trento.

Obiettivo finale è quello di migliorare la viabilità invernale, riducendo l’impatto ambientale delle operazioni di spargimento sale e ottimizzare gli investimenti pubblici nel medio e lungo periodo per la manutenzione delle strade trentine.

L’iniziativa Clean roads (strade pulite), un progetto europeo finanziato dal programma LIFE+, viene portata avanti dalla Provincia autonoma di Trento insieme al TIS Innovation Park di Bolzano e all’azienda altoatesina Famas System.

// //

Sul sito web dell’iniziativa chiunque può rispondere in 5 minuti alle domande del sondaggio esprimendo il proprio punto di vista riportando la propria esperienza sulle strade trentine oltre che le proprie aspettative. Le risposte fornite nel questionario verranno prese in considerazione nello sviluppo delle soluzioni che cominceranno a essere sperimentate durante l’inverno 2014-2015.

In attesa delle informazioni degli utenti della strada, il team di progetto sta per iniziare una massiccia sperimentazione nel corso della prossima stagione invernale.

“Forse qualche automobilista in transito in località Cadino avrà notato nel corso degli ultimi mesi la comparsa di diverse installazioni a bordo della strada” afferma l’ingegner Stefano De Vigili, dirigente del Servizio Gestione Strade della Provincia “Si tratta di sensori e strumenti di misura di vario tipo e natura, in grado di monitorare diversi parametri legati sia alle condizioni della strada (temperatura, presenza di concentrazioni liquide), sia ai fenomeni meteorologici in corso (livello e tipo di precipitazione, direzione e velocità del vento), come pure rispetto all’impatto ambientale prodotto, con misure dei livelli di qualità dell’aria e delle concentrazioni di salinità delle acque accumulate sulla sede stradale”.

// //

Non solo: un veicolo verrà attrezzato con sensori speciali per raccogliere dati puntuali di temperatura stradale su tutto il tratto della SS12 oggetto della sperimentazione (da Lavis al confine con la provincia di Bolzano).

Tutte queste informazioni saranno in futuro utilizzate per pianificare al meglio le attività dei cantonieri e saranno messe a disposizione degli automobilisti, che saranno informati in tempo reale sulle condizioni di pericolo presenti sulla rete, e che potranno quindi guidare in modo responsabile.

Chi fosse interessato al progetto può consultare il sito web, dove a breve saranno disponibili gli approfondimenti tecnici sulle attività in corso e su quelle in programma.

Verrà inoltre organizzato un workshop a metà gennaio, dove verranno presentati molti dettagli tecnici del progetto e portata l’esperienza sul tema di numerose amministrazioni locali e nazionali.

Condividi: