Home Eventi Rovereto: è partito l’EBN Techcamp 2013 che parla di green business

Rovereto: è partito l’EBN Techcamp 2013 che parla di green business

pubblicato il: - ultima modifica: 6 Agosto 2020

ebn- techcamp-2013Per pensare e per agire: è questo, nelle parole di Antonietta Tomasulo, consigliere delegato di Trentino Sviluppo, l’obiettivo principale di EBN TechCamp 2013, il raduno annuale dello European BIC Network, l’associazione che rappresenta i Business Innovation Centre di tutta Europa ospitato fino a venerdì 6 dicembre presso il Polo Tecnologico di Rovereto.

Un’ottantina i partecipanti, in rappresentanza degli incubatori di impresa di 20 diversi Paesi, appartenenti all’Unione Europea ma non solo. Sono infatti giunti a Rovereto anche responsabili dei BIC di Russia, Repubblica di Corea, Palestina, Marocco, Libano e Sudafrica.

Nato sia come occasione di networking che per condividere l’esperienza di buone pratiche di provata efficacia sulla scena internazionale, EBN TechCamp 2013 si rivela di importanza strategica perché, spiega Tomasulo, oggi dobbiamo affrontare sfide globali che per giungere a soluzioni efficaci richiedono un radicale cambiamento di prospettive.

// //

Puntare su un settore come questo, che sarà uno dei focus principali di Horizon2020, l’agenda europea dei prossimi sette anni, è quindi fondamentale.

L’evento, nel saluto dell’assessore alla Contemporaneità del Comune di Rovereto, Luisa Filippi, è importante anche per la sua capacità di condividere ciò che sappiamo per diventare più forti, sia come realtà locali che a livello europeo.

Dopo Londra e Berlino, il Polo Tecnologico di Rovereto è stato scelto come location per ospitare l’edizione 2013 dell’EBN TechCamp anche come riconoscimento alla lunga tradizione che lega il territorio trentino a questo settore. Con oltre vent’anni di anzianità e circa120 aziende insediate nei sette incubatori di impresa sparsi sul territorio provinciale, Trentino Sviluppo costituisce il più grande BIC d’Italia.

EBN TechCamp 2013, che conta circa 80 iscritti provenienti da oltre 20 Paesi (oltre all’Europa sono rappresentati Russia, Palestina, Marocco, Libano, Sud Africa e Repubblica di Corea), offre ad amministratori politici, imprenditori e innovatori l’occasione per incontrarsi, ragionare sulle esperienze proprie e altrui, e per pensare al futuro.

La Provincia autonoma di Trento ha confermato la promozione di questo settore, considerato fondamentale per il tessuto economico e la ricerca accademica, puntando su investimenti importanti e lungimiranti quali il Polo della Meccatronica, Progetto Manifattura Green Innovation Factory, e su centri di ricerca e laboratori ICT EIT.

Condividi: