Home News Biomasse, una puntualizzazione sulla centrale di Rodengo Saiano

Biomasse, una puntualizzazione sulla centrale di Rodengo Saiano

pubblicato il: - ultima modifica: 6 Agosto 2020

544515_10200312758600514_1841910610_nPubblichiamo, in riferimento all’articolo relativo alla visita dei monaci greci alla centrale a biomasse di Rodengo Saiano, alcune foto scattate in questi giorni alla centrale stessa.

La notizia pubblicata voleva informare su un’iniziativa di scambio culturale senza entrare nel merito delle scelte politiche e/o industriali che hanno portato alla costruzione di una centrale a biomasse nella zona.

Inoltre, pur pubblicando la notizia, siamo al corrente delle implicazioni che una centrale a biomasse ha sull’ambiente circostante.

Su sollecitazione di una nostra lettrice e per completezza di informazione, abbiamo però voluto publicare alcune sue fotografie relative all’attività della centrale, segnalando che – come ci scrive la lettrice – la centrale di Rodengo Saiano è stata realizzata in una contesto ambientale che vede i valori delle PM 10 e 2,5 dell’aria fuori dai limiti per il triplo dei giorni consentiti dalla legge.

Inoltre ci informano che il giorno 6 aprile 2013 la centrale stessa ha avuto una fumata anomala per la quale i cittadini non sono riusciti ad avere risposte chiare, in quanto la stessa Arpa è intervenuta per i controlli ben 4 giorni dopo l’incidente stesso (i gestori dell’impianto hanno segnalato l’incidente con ben 2 giorni di ritardo) e non ha effettuato campionature per rilevare eventuali ricadute sull’ambiente circostante.

Su questo fatto ci piacerebbe ricevere maggiori informazioni sia dai gestori sia dall’Arpa in modo da poterne dare informazione ai cittadini stessi.

Condividi: