Home Eventi Idrogeno e celle a combustibile: le opportunità per il sistema Italia

Idrogeno e celle a combustibile: le opportunità per il sistema Italia

città: Roma - pubblicato il:

celle-combustibile-idrogenoL’ENEA, l’associazione italiana idrogeno e celle a combustibile (H2It), la Federazione delle Associazioni Scientifiche e Tecniche (FAST) e l’Università degli Studi di Perugia organizzano, per il prossimo 13 dicembre a Roma, la giornata Il nuovo programma quadro Horizon 2020 Idrogeno e Celle a Combustibile: quali opportunità per il sistema Italia? nell’ambito della quinta edizione della European Fuel Cell Technology & Applications.

Lo scopo principale della giornata è quello di portare all’attenzione dei politici la problematica legata allo sviluppo delle tecnologie dell’idrogeno e delle celle a combustibile e chiedere loro atti concreti per definire strategie e politiche nazionali in merito.

I segnali che ci giungono dall’Europa, da molti degli stati membri, in primis la Germania, quelli che ci giungono da USA, Giappone, Cina, Corea e tanti altri, dicono chiaramente che tali problematiche stanno riscuotendo un interesse crescente e, di conseguenza, un forte appoggio a livello di politiche e strategie nazionali. L’Italia in quanto sistema Paese sembra essere recalcitrante o, per lo meno, poco attenta e poco informata.

La giornata si propone, partendo dalle priorità dettate da Horizon 2020 riguardo alle tecnologie dell’idrogeno e delle celle a combustibile, da un lato di illustrare lo sforzo che, nonostante la mancanza di un quadro nazionale, stanno facendo enti di ricerca, università, imprenditori e industrie per mantenere l’Italia al passo con il resto del mondo e con le priorità che ci indica l’Europa, dall’altro di dare voce all’industria italiana e al mondo della ricerca affinché dalle loro istanze possano scaturire indicazioni precise su quello che manca a tali comunità per dare senso e forza alle azioni dei singoli.

Lo scopo è quello di individuare i passi concreti che la politica dovrebbe fare per dotare il nostro Paese di un programma idrogeno e celle a combustibile basato su un quadro nazionale concordato e condiviso.

Solo in questo modo potremo avere la forza di partecipare a pieno titolo allo sviluppo di queste tecnologie traendone il massimo vantaggio in termini di posti di lavoro (qualificati), di PIL, di esportazioni. In caso contrario saremmo condannati a essere importatori e al massimo installatori, gestori, manutentori di tecnologie realizzate da altri.

La partecipazione all’evento è gratuita, le iscrizioni vengono accettate fino a esaurimento dei posti disponibili.

Condividi: