Home News A Fiumicino realizzato un impianto fotovoltaico da 9 MW

A Fiumicino realizzato un impianto fotovoltaico da 9 MW

pubblicato il: - ultima modifica: 10 Aprile 2020
sostenibilità e green planner news
Foto di anncapictures da Pixabay

impianto-fotovoltaico-aros-fiumicinoÈ stato realizzato a Fiumicino un impianto fotovoltaico da 9 MW utilizzando quasi 70.000 moduli a film sottile che diventa così il primo parco solare per capacità del comune di Roma.

Con il supporto e la regia di LABS Investments, l’azienda Absolute Energy Capital (AEC), piattaforma di investimento indipendente focalizzata sullo sviluppo, costruzione, finanziamento e gestione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili, ha sponsorizzato la realizzazione del parco in grado di generare una potenza totale di 9.019,53 kWp.

L’EPC contract è stato affidato a Quotidia Spa, azienda storica lodigiana, che ha curato la realizzazione dell’impianto situato a Fiumicino, che è stato allacciato alla rete il 25 agosto 2013, ed è il primo per capacità installata nel comune di Roma e il secondo per dimensioni in Italia allacciato in regime di V Conto Energia; il parco occupa una superficie complessiva di 97.133 mq e si stima possa produrre oltre 12.000.000 kWh, sufficienti a soddisfare il fabbisogno annuo di 4.500 famiglie.

// //

Per la realizzazione dell’impianto fotovoltaico sono stati utilizzati ben 69.381 moduli Sharp a film sottile multi-giunzione, composti da un film di silicio amorfo e uno microcristallino con efficienza stabilizzata del modulo del 9,6% e senza cornice in alluminio (frameless).

La struttura a doppio vetro con strati incapsulanti black resin consente di proteggere il modulo dai fenomeni atmosferici (acqua, umidità) e di massimizzare il tempo di vita del modulo.

L’impianto è inoltre composto da 1 cabina di consegna nella quale sono presenti il DG CEI 0-16, un interruttore per l’anello MT, la protezione per il trasformatore MT/BT, un inverter AROS K500 HV-MT; 4 cabine di trasformazione e conversione con all’interno, per ogni cabina, un trasformatore MT/BT 2000 kVA, 20/0,27, con 4 secondari per 4 inverter AROS K500 HV-MT.

Per i 17 inverter la scelta è ricaduta su AROS con cui Quotidia ha avuto modo di intraprendere diverse collaborazioni in passato. Per questo progetto sono stati scelti gli inverter centralizzati Sirio K500 HV-MT che, grazie alla possibilità di gestire il polo a terra, sono risultati compatibili con i moduli Sharp a film sottile.

// <![CDATA[
(function() {
if (document.readyState === 'complete') return;
if (typeof EbuzzingCurrentAsyncId === 'undefined') window.EbuzzingCurrentAsyncId = 0;
else EbuzzingCurrentAsyncId++;
var containerId = 'EbuzzingVideoContainer' + EbuzzingCurrentAsyncId;
document.write('’);
var params = {“size”:4}; eval(‘window.EbuzzingScriptParams_’ + containerId + ‘ = params;’);
var s = document.createElement(‘script’);
s.async = true; s.defer = true;
s.src = ‘//crunch.ebuzzing.com/feed_channel66607.js?target=’ + containerId;
var x = document.getElementsByTagName(‘script’)[0];
x.parentNode.insertBefore(s, x);
})();
// ]]>

Gli inverter centralizzati HV-MT, grazie all’assenza del trasformatore integrato (bassa-bassa), consentono di aumentare l’efficienza complessiva del sistema con rendimenti superiori al 98%.

L’algoritmo di ricerca del punto di massima potenza (MPPT) implementato nel sistema di controllo permette di sfruttare appieno, in ogni condizione di irraggiamento e temperatura, il generatore fotovoltaico facendo lavorare l’impianto costantemente al massimo del rendimento.

Per garantire maggiori standard di sicurezza e la prevenzione di incendi in caso di guasto interno al convertitore, i Sirio K500 HV-MT sono provvisti di serie di un sezionatore motorizzato lato CC dotato di bobina di minima tensione.

Inoltre la presenza di 8 ingressi, protetti mediante fusibili posti su entrambi i poli, garantisce la protezione delle linee in arrivo dai quadri di campo; questo accorgimento fa si che in fase progettuale non vengano previsti quadri di secondo livello (DC-Box) con un conseguente risparmio economico.

A completamento della fornitura, AROS ha contribuito con i propri tecnici alla messa in servizio degli inverter per garantire la massima produttività e protezione di una installazione così importante.

“L’ambizioso obiettivo di Quotidia è stato fin dall’inizio quello di realizzare uno dei più grandi parchi fotovoltaici d’Italia in tempi molto brevi” ha dichiarato Diego Porzio, Amministratore Unico di Quotidia Spa “I lavori infatti, iniziati a fine giugno, non hanno subito incagli particolari, a esclusione di problematiche legate a eventi di forza maggiore quali il clima ostile che ha colpito l’area di Fiumicino proprio negli ultimi giorni di realizzazione; l’impianto è stato così completato e allacciato alla rete elettrica già ad agosto, potendo accedere alla tariffa incentivante del II Semestre del V Conto Energia”.

Condividi: