Home Expo 2015 Bando da 5 milioni di euro per la sicurezza alimentare in vista...

Bando da 5 milioni di euro per la sicurezza alimentare in vista di Expo

pubblicato il: - ultima modifica: 4 Giugno 2020

bando-expo-2015Un bando da 5 milioni di euro per iniziative di cooperazione internazionale per la sicurezza alimentare in vista di Expo: le risorse potranno finanziare campagne di sensibilizzazione, scambio di buone pratiche, trasferimento tecnologico, agricoltura sostenibile, iniziative imprenditoriali locali, business sociale e contrasto allo spreco alimentare.

Al bando potranno partecipare ONG, imprese, cooperative, università, centri di ricerca e associazioni: i progetti dovranno prevedere l’80 percento delle attività nei Paesi in via di sviluppo partecipanti a Expo, e il 20 percento di attività a Milano e in Lombardia preferibilmente durante il 2015.

// //

Dopo il primo esperimento di due anni fa, il bando Fondazione Cariplo/Regione Lombardia si allarga e coinvolge anche il Comune di Milano e altre istituzioni finanziarie. La nuova partnership metterà a disposizione oltre 5 milioni di euro per iniziative di cooperazione internazionale per la sicurezza alimentare in vista di Expo.

Il bando assegnerà alle organizzazioni di cooperazione internazionale lombarde fino a un massimo di 5 milioni e 200mila euro, la Regione Lombardia ne porterà in dote circa 900mila, il Comune 200mila, il resto sarà garantito dalla Fondazione Cariplo che coordinerà altre 13 istituzioni finanziarie partner, si parla di Allianz, Banca Popolare di Sondrio, Banco Popolare, Credito Artigiano, Deutsche Bank, Bcc Federazione Lombarda, Fondazione Banca del Monte di Lombardia, Assicurazioni Generali, Mediobanca, Monte dei Paschi di Siena, Ubi Banca, Unicredit, Intesa-Sanpaolo.

Il bando verrà presentato entro febbraio, con una tabella di marcia molto serrata per la presentazione dei progetti e l’iter di valutazione visto che i progetti dovranno interagire con l’esposizione universale ormai alle porte. Non è noto ancora come verrà garantita la gestione di questo nuovo strumento e quale delle istituzioni sarà responsabile del bando e delle procedure di implementazione, monitoraggio e valutazione.

L’articolo è stato ripreso Info-cooperazione.it, il blog degli operatori della cooperazione internazionale.

Condividi: