Home News Olimpiadi invernali di Sochi 2014, le meno sostenibili di sempre

Olimpiadi invernali di Sochi 2014, le meno sostenibili di sempre

Questo articolo è stato pubblicato dal magazine online greenMe.it e può essere consultato integralmente qui: Sochi 2014: in Russia le olimpiadi più insostenibili del mondo

olimpiadi-invernali-sochi-2014Le Olimpiadi invernali di Sochi 2014, in Russia, sono al centro di una vera e propria bufera. Negli ultimi giorni non sono mancate accuse e minacce. Pare che l’organizzazione dei Giochi Olimpici che avranno inizio il prossimo 7 febbraio risulti piuttosto dispendiosa e ben poco rispettosa dell’ambiente.

La Russia aveva promesso delle Olimpiadi invernali Zero Waste, incentrate sull’edilizia sostenibile, ma nel concreto le iniziative messe in campo sarebbero ben diverse. La Russia probabilmente non si aggiudicherà una medaglia per l’organizzazione di un evento sportivo davvero rispettoso dell’ambiente, tra discariche illegali e scarso rispetto per gli ecosistemi.

Le Olimpiadi di Sochi saranno le più costose della storia, per via di un investimento di ben 51 miliardi di dollari in sviluppo e edilizia. La realizzazione delle strutture per lo svolgimento delle Olimpiadi hanno portato alla distruzione di 5mila acri di foreste e alla scomparsa delle aree umide che servivano ai volatili come punti di sosta durante le migrazioni. L’accumulo di rifiuti minaccia i laghi e i corsi d’acqua che sfociano nel Mar Nero.

Condividi: