Home Studenti Green Studenti a lezione di sostenibilità con i riciclatori incentivanti

Studenti a lezione di sostenibilità con i riciclatori incentivanti

pubblicato il:

All’ITI Volta di Sassuolo e all’Ipsia Ferrari di Maranello sono arrivati i riciclatori incentivanti, sistemi per la raccolta differenziata intelligente che erogano bonus in euro in cambio di Pet e lattine.

I riciclatori incentivanti sanno riconoscere il colore delle bottiglie di plastica e di differenziarle in modo automatico, erogare buoni spesa per il gesto ecologico effettuato e permettere l’abbattimento delle emissioni di CO2 dei rifiuti. In questo modo gli studenti saranno sensibilizzati sulle tematiche di raccolta differenziata e potranno risparmiare sui propri acquisti, dalla pizza ai prodotti tecnologici.

Gli studenti dell’Istituto Tecnico Industriale Volta di Sassuolo e quelli dell’Ipsia Ferrari di Maranello, in provincia di Modena, hanno un’ulteriore buona ragione per andare a scuola: i due istituti hanno infatti adottato i riciclatori incentivanti, sistemi made in Italy per la raccolta differenziata e la compattazione di materiali facilmente riciclabili come lattine in alluminio e bottiglie Pet, che permetteranno agli studenti di fare raccolta differenziata e ottenere in cambio un bonus in euro, da spendere in attività convenzionate.

I ragazzi, conferendo bottigliette di plastica e lattine nei sistemi, otterranno un Ecobonus che potranno utilizzare negli esercizi convenzionati, scelti sulla base delle loro necessità: dal negozio di articoli informatici al parrucchiere, dalla pizzeria alla rivendita di moto e motorini.

Ogni pezzo ha un valore di 1 centesimo, che poi viene decuplicato o addirittura centuplicato dal singolo commerciante, portando quindi ogni conferimento a valere anche 10 centesimi o 1 euro. Per raccontare questa iniziativa, che nella fase di sperimentazione ha portato i due istituti a raccogliere oltre 18.000 pezzi in pochi mesi, l’ITI di Sassuolo ha invitato l’amministratore di Eurven, Carlo Alberto Baesso martedì 11 Febbraio a scuola.

“Siamo molto felici di poter incontrare i ragazzi per raccontare come possono contribuire in modo determinante alla salvaguardia del’ambiente” ha dichiarato Carlo Alberto Baesso, general manager di Eurven “I ragazzi sono il nostro futuro ed è importante che questo patrimonio inestimabile non venga perso. Il loro entusiasmo è contagiante e può portarci molto lontano”.

I riciclatori, realizzati dalla veneta Eurven, avvicinano i cittadini alle buone pratiche di raccolta differenziata premiandoli con un Ecobonus, che può essere utilizzato nelle attività convenzionate. Sono predisposti per riconoscere la tipologia di rifiuto e differenziarlo anche automaticamente, possono pesare il materiale conferito e avvisare, via email o per sms, quando il sistema è pieno.

Inoltre, il circolo virtuoso che viene innescato porta a un grande vantaggio per l’ambiente: il materiale raccolto viene direttamente inviato alla fase di riciclo, permettendo un consistente abbattimento delle emissioni di CO2 derivanti dalla movimentazione dei rifiuti.

Condividi: