Home News Il valore del legno si promuove con il green marketing

Il valore del legno si promuove con il green marketing

città: Bergamo - pubblicato il:

All’interno del progetto Il legno dalla natura alle cose ideato da un gruppo di aziende bergamasche per sensibilizzare il mercato sulla risorsa legno, Bergamo SOStenbile, la Web Agency Marketing Km zero e Confindustria hanno organizzato il convegno Green Marketing. Un ponte tra mercato e consumatore. Alcuni strumenti pratici per affrontare l’evoluzione del mercato e della comunicazione verso nuovi stili di viti e di impresa sostenibili.

Il meeting si tiene questo lunedì 24 marzo alle ore 17:30 presso la sede di Confindustria Bergamo (Via G. Camozzi, 64). Durante l’incontro verranno proposte alcune riflessioni riguardanti il consumatore green, le potenzialità della comunicazione massmediale e l’enorme risorsa del web marketing.

In questa occasione, saranno approfonditi non solo gli aspetti promozionali del green marketing, ma saranno anche poste le basi per visualizzare un nuovo approccio strategico orientato al cambiamento della cultura d’impresa in un senso più attento alla responsabilità sociale, con la finalità di integrare le preoccupazioni di natura etica alle normali logiche di mercato.

Parlare di marketing è strategico quanto lungimirante, specialmente quando il substrato economico non è particolarmente fecondo. Per le aziende, infatti, è proprio in situazioni del genere che si rende più importante sottolineare le proprie caratteristiche distintive ed eccellenti, mantenendo le quote di mercato faticosamente conquistate e seducendo nuovi consumatori.

Come diceva Henry Ford chi smette di fare pubblicità per risparmiare soldi è come se fermasse l’orologio per risparmiare il tempo. Ecco la grande lezione di chi ha saputo fare impresa con profitto in uno scenario storico ed economico a cavallo della pesantissima crisi del ’29.

Oggi, più di allora, ci sono moltissimi strumenti che consentono di imporre un brand sul mercato globale. La variante green del marketing, in particolare, offre grandi opportunità. La sua capacità di conciliare l’attenzione per l’ambiente con la forte attrattività di prodotti e servizi responsabili è certamente una leva importante che permette alle aziende di essere competitive su un mercato ormai sovraffollato.

Ma il green marketing non è, come pensano alcuni, una novità del momento: può già contare su importanti teorizzazioni e case history. Le sue radici affondano negli Stati Uniti d’America, quando, nel 1975, l’American Marketing Association (AMA) tenne il primo workshop sul Marketing Ecologico. Lo storico workshop ebbe il merito di chiamare a raccolta, per la prima volta al mondo, accademici, professionisti e policy maker desiderosi di studiare un nuovo metodo per valorizzare l’immagine di alcune società e accrescerne i profitti, semplicemente comunicando la loro attenzione rispetto all’ambiente.

Oggi le cose stanno diversamente e comunicare solo il proprio impegno ambientale non è sufficiente per avere e conservare una reputazione green. Coerenza e responsabilità sono le parole chiave per mettere in pratica un nuovo approccio aziendale ecocompatibile e vincente. L’obiettivo? Posizionare sul mercato prodotti e servizi di elevata qualità, mantenere basso l’impatto ambientale e incontrare le esigenze di consumatori sempre più consapevoli e informati, dotati di un vastissimo potere discrezionale nelle scelte d’acquisto.

La sfida non riguarda solo le imprese del legno, ma tutte quelle che vogliono guardare al futuro con ottimismo e lungimiranza.

Condividi: