Home Eventi Rinnovabili elettriche non fotovoltaiche: continua la loro crescita

Rinnovabili elettriche non fotovoltaiche: continua la loro crescita

sostenibilità e green planner news
Foto di anncapictures da Pixabay

rinnovabili elettriche non fotovoltaicheRinnovabili elettriche non fotovoltaiche: continua la loro crescita verso la market parity: se ne parlerà approfonditamente durante la presentazione della seconda edizione del Report che avverrà giovedì 22 maggio dalle ore 9:30 presso il Politecnico di Milano (Campus Bovisa, via Durando 10, Aula Carlo De’ Carli).

Nel 2013 l’Italia ha raggiunto e superato la barriera dei 100 TWh prodotti da fonti rinnovabili. La produzione elettrica da rinnovabili copre ormai quasi un terzo del fabbisogno elettrico italiano e nel primo trimestre del 2014 ha raggiunto livelli di copertura prossimi al 40%.

Il parco impianti da rinnovabili è oggi composto principalmente da solare e idroelettrico con un importante contributo dell’eolico. La potenza idroelettrica è ormai da tempo integrata nel parco impianti italiano e nella rete, ma per le altre fonti rinnovabili (in particolare per il solare e l’eolico) c’è ancora molto da fare perché la loro non programmabilità e la concentrazione della produzione in determinate ore del giorno richiede sicuramente uno sforzo maggiore nella gestione e pianificazione della produzione.

A livello generale il Report ha approfondito alcune tematiche: il peso delle rinnovabili sulla bolletta elettrica; la rimodulazione degli incentivi per contenere la spesa (Prezzi Minimi Garantiti, Spalma Incentivi); la partecipazione delle rinnovabili al mercato elettrico (impatto sul PUN, Oneri di Sbilanciamento, Capacity Payment, SEU); il futuro degli incentivi.

A livello di singola fonte il Report, oltre a fornire i dati di mercato aggiornati e a valutare l’andamento di aste e registri, ha approfondito dei temi specifici: per la filiera eolica, le opportunità per i produttori di turbine e le strategie adottate dai gestori degli impianti per ottimizzare e massimizzare i profitti dei propri investimenti; per la filiera delle biomasse, la redditività degli impianti alimentati a biomassa agroforestale e degli impianti per la produzione di biogas (approfondendo anche le opportunità del futuro mercato del biometano); per la filiera idroelettrica le opportunità di sviluppo nel comparto del mini-idroelettrico.

Il convegno si articolerà su due principali momenti: la presentazione dei risultati del Report e il dibattito con le imprese partner della ricerca che avrà anche lo scopo di valutare la distanza delle diverse tecnologie dalla market parity in modo da misurare le effettive potenzialità di sviluppo di un settore che, a breve, potrebbe doversi sostenere in assenza di incentivi.

La partecipazione alla presentazione del report è gratuita, previa registrazione; agli intervenuti verrà regalata un copia del report.

Condividi: