Home News Elezioni Europee: scatta l’ora delle rinnovabili col Ritardometro

Elezioni Europee: scatta l’ora delle rinnovabili col Ritardometro

città: Roma - pubblicato il:
ritardometro elezioni europee

ritardometro elezioni europeeCirca una settimana fa avevamo pubblicato sul nostro magazine il documento che assoRinnovabili ha sottoposto all’attenzione dei principali partiti politici italiani in corsa alle prossime elezioni europee; in esso erano contenute le 5 proposte dell’associazione sulle sfide che il settore delle energie rinnovabili si troverà ad affrontare nei prossimi mesi in ambito europeo.

Obiettivi EU al 2030, mercato elettrico europeo, fiscalità ambientale, contrarietà a interventi retroattivi sui meccanismi dì incentivazione e generazione distribuita sono i macro-temi su cui è stata interrogata la classe politica.

Chi ha risposto per primo e chi invece ancora non si è espresso? Chi condivide le proposte dell’associazione e chi è contrario? Per poter votare con cognizione di causa sugli orientamenti in ambito energetico dei diversi partiti politici, è possibile visitare il sito dell’associazione, che pubblica integralmente le risposte pervenute.

Menzione d’onore per i Verdi Europei, per il PD e per la lista Io Cambio, che hanno sottoscritto integralmente il documento presentato nei tempi assegnati. Mancano all’appello le altre forze politiche: il ritardometro inesorabile ne scandisce e misura il ritardo. Che sia una dimostrazione di scarsa considerazione per un fondamentale settore quale quello delle rinnovabili? Agli elettori la sentenza…

Condividi: